web www.bikeco.it codice fiscale Net-Parade.it Snippet

“Un paese innocente” (feat. Roberto Angelini) è il nuovo videoclip dei C.F.F.

0
“Un paese innocente” (feat. Roberto Angelini) è il nuovo videoclip dei C.F.F.
5 (100%) 1 vote

I C.F.F. presentano “Un paese innocente”, secondo videosingolo tratto dal nuovo album “Canti notturni” e impreziosito dalla voce e dalla lap steel di Roberto Angelini.

“Canti notturni” è uscito il 15 ottobre ed è primo album dei C.F.F., trio di Gioia del Colle (BA) composto da Anna Maria Stasi (voce e tastiera), Anna Surico (chitarre e sequenze) e Vanni La Guardia (basso e percussioni).“Canti notturni” rientra tra le 19 nuove produzioni discografiche che diffondono la cultura musicale pugliese ammesse a finanziamento della seconda scadenza dell’avviso pubblico “Puglia Sounds Record 2015”. Il titolo del secondo videosingolo estratto, “Un paese innocente”, cita un verso della poesia di Giuseppe Ungaretti, “Girovago”, perché vuole raccontare la vana tensione verso l’amore e l’innocenza ormai perduta, nella sua dimensione individuale e collettiva. Nei titoli di coda compaiono tutti i nomi dei sostenitori che hanno partecipato alla campagna su Musicraiser, risultando fondamentali per la realizzazione del videoclip, girato dalla Vertigo Imaging di Enzo Piglionica, con la partecipazione della danzatrice Anna Moscatelli e dell’attore Michele Stella. I C.F.F. nascono nel 2014 dalle ceneri dei C.F.F. e il Nomade Venerabile, band che univa rock e teatro-danza, attiva per 15 anni sulla scena nazionale ed europea, con più di 400 concerti, 4 album e collaborazioni con Paolo Benvegnù, Yo Yo Mundi e Franz Goria (Fluxus/Petrol).Dalla primavera del 2014, Anna Maria Stasi, Anna Surico e Vanni La Guardia decidono di tornare all’essenziale, a cominciare dal nome: d’ora in poi, semplicemente C.F.F. (acronimo che sta per Concettuale Fisico Fastidio, a significare l’importanza attribuita dalla band al valore del testo, al centro di canzoni in perenne equilibrio sonoro tra contrasti e dissonanze, e supportate da una presenza scenica fatta di gesti ed immagini simboliche). In pochi mesi da questa “metamorfosi”, i C.F.F. vincono il Festival Music Week di Vico Equense (presidente di giuria Andrea Rodini) e il Premio Pierangelo Bertoli (Teatro Carani di Sassuolo – in giuria, tra gli altri, Massimo Cotto, Giancarlo Governi, Paola Gallo e Andrea Scanzi); sono finalisti nazionali per il Premio De Andrè (con il supporto promozionale di Repubblica.it); sono selezionati per le Audizioni di Musicultura (Teatro della Società Filarmonico Drammatica di Macerata) e per le finali nazionali del Premio Bianca D’Aponte – Città di Aversa; pubblicano l’EP “Al cuore” (Maxsound Records / Believe Digital) presentato dal vivo in anteprima nazionale al M.E.I. 2014 di Faenza e poi con un tour di 30 date.Una produzione con il sostegno di “Canti notturni” (Maxsound Records / Audioglobe / Believe Digital) è stato anticipato dal videoclip del primo singolo “Come fiori” dedicato al pugile sinto Rukelie e realizzato sempre dalla Vertigo Imaging di Enzo Piglionica, che cura anche foto e grafica del progetto.Le canzoni contenute in questo lavoro sono nate all’interno di una sala prove domestica, costruita con materiali di riciclo e di scarto e arricchita degli oggetti di scena (come i guantoni da boxe, il manichino o le luci neon blu) che per anni hanno riempito il furgone con cui i C.F.F. e il Nomade Venerabile hanno macinato migliaia di chilometri.La scelta del titolo “Canti notturni” discende dalla centralità che le mille suggestioni provocate dalla notte rivestono nelle liriche e nelle atmosfere musicali dell’album, in bilico tra elettro-acustica e rock d’autore.La notte è il posto delle storie dimenticate, come quella del pugile sinti Rukelie, raccontata nel brano “Come fiori”; è il momento in cui i ricordi più intensi tornano a trovarci, come quelli illuminati dal sorriso di Livia Mezzapesa, giornalista musicale impegnata in tante battaglie sociali a cui è dedicata “Forse – in memoria di Livia Mezzapesa”; di notte ogni cosa si rivela e rivela ciò che si è veramente, in uno spazio-tempo liberato in cui riconciliarsi anche con le proprie ombre, le parole non dette, le scene incompiute, i sentimenti impigliati tra le parole dei testi di più d’una delle canzoni contenute in “Canti notturni”.La notte è soprattutto il luogo dove riprendono vigore i sogni, che dei C.F.F. sono da sempre motore ed orizzonte.La produzione artistica di “Canti notturni” è curata da Max Caròla, già al lavoro con Enzo Avitabile, Franco Battiato, Chick Corea, Aerosmith, Roxette, Inxs… nel suo girovagare tra Londra, Parigi, Amsterdam, Napoli e Berlino. In alcune canzoni di “Canti notturni” inoltre ci sono le collaborazioni di Roberto Angelini, Paolo Archetti Maestri (autore del brano “Stelle nere”) e Fabio Martino (Yo Yo Mundi) e di numerosi artisti pugliesi (alla luce della considerazione che la forza del territorio possa esprimersi solo attraverso sane collaborazioni): Francesco “De Veggent” Fiorente (ex membro dei RedSka), Salvatore Piccione e Mimmo Frioli (Karma in Auge), Gualberto Giandomenico (Railway & Dogs) e Nicola Liuzzi (batterista e fondatore con Vanni La Guardia dei C.F.F. e il Nomade Venerabile).

“Canti notturni” è prodotto con il sostegno di “PUGLIA SOUNDS RECORD 2015” “REGIONE PUGLIA – FSC 2007/2013 – Investiamo nel vostro futuro” e con i preziosi contributi di “Palazzo Romano Eventi” di Gioia del Colle e dei raisers che hanno meravigliosamente partecipato alla campagna di crowdfunding www.musicraiser.com/it/projects/4432-canti-notturni-il-nostro-nuovo-album.

Share.

About Author

Comments are closed.

Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.