Da Sicilia arriva ALISIA JALSY. L’intervista su MUSICA ITALIANA EMERGENTE.

0

“Se solamente tu” è il singolo di debutto della giovanissima cantautrice siciliana di formazione jazz Alisia Jalsy.

Il brano rappresenta l’interessante e raffinatissimo spessore artistico della giovane compositrice e autrice del singolo che nel videoclip, girato da Frank Faletta, lascia trasparire lo stato d’animo e le sensazioni su cui si focalizzano le immagini che accompagnano la melodia in pieno accordo con lo stile retrò del brano.

Parliamo di “Se solamente tu”. Come è nata questa canzone?

Tra l’audizione e la semifinale di IGT mi venne chiesto di portare un inedito, così per la prima volta ho scritto il brano in soli 30 minuti’..una cosa che credo non mi capiterà più (ride).

Gli autori del programma la bocciarono nonostante i complimenti asserendo che un pezzo così bello non era adatto a quel palinsesto, “Se fosse stato x factor avrei anche vinto”, aggiunsero.

Ho voluto credere a quelle parole e i risultati per fortuna lo confermano…e sono molto felice di questo.

Ascoltando questa canzone mi è apparsa subito come qualcosa di diverso nel panorama musicale italiano. Una ventata d’aria fresca degna di destare molta curiosità e molta attenzione. Quanto del tuo carattere e della tua anima artistica c’è in questa canzone?

Red Ronnie durante un colloquio mi disse che è un pezzo molto intimo.

In effetti lo è ma in questo pezzo ci sono io, le mie emozioni, un amore perduto che può essere vissuto a tutte le età. Mi chiedono spesso a chi si rivolge “Se solamente tu”, ovviamente è rivolto a qualcuno che non lo saprà mai.

Probabilmente la mia anima artistica si è espressa in questo pezzo nei colori che ho voluto dargli negli arrangiamenti a cui ho lavorato con Giovanni Conte, mio Maestro di pianoforte.

Citando un verso della canzone “Triste, è triste dover curare un fiore che appassisce”, quanto di autobiografico c’è nei versi di questo tuo primo singolo?

Questo è il verso saliente e si ripete per sottolineare quanto sia difficile curare la propria anima quando si ha avuto una delusione e quanto sembri impossibile risollevarsi dal dolore stesso che esso provoca.

Ovviamente come ti dicevo è molto intimo e autobiografico ma non sempre è rivolto a quel qualcuno perchè in genere quando si soffre si è più concentrati sul proprio dolore che sembra alla fine l’unico protagonista della propria sofferenza…poi si sa, tutto tutto passa.

Il videoclip di “Se solamente tu”,girato da Frank Faletta, lascia trasparire lo stato d’animo e le sensazioni su cui si focalizzano le immagini che accompagnano la melodia in pieno accordo con lo stile retrò del brano. Ci sono stati degli elementi che ti hanno ispirato nella realizzazione e nell’impostazione del videoclip?

Gli elementi che tu mi chiedi di ispirazione nella realizzazione del videoclip sono dati da diversi fattori.

Certamente l’arrangiamento è stato quello portante. Le location sono state diverse. La scena in cui sto seduta sul divano è una scenografia studiata e scelta da me personalmente da amici che a Palermo hanno un negozio di antiquariato.

Volevo fortemente riprodurre un ambientazione anni 50 e così ho fatto.

E’ stato molto divertente. La scena, invece, in cui sono dentro una vasca è stata scelta ovviamente perché il testo parla appunto di una vasca che rappresenta le mie lacrime e il momento più intimo che è la sofferenza.

La sofferenza che diventa dolore e che non permette di vedere il sole e anche se dura per poco tempo sembra a chi lo vive un tempo infinito.

Come detto prima, hai destato nella redazione di MIE molta attenzione e curiosità per questo tuo debutto. Ci vuoi parlare dei riscontri che hai ricevuto dal 4 Novembre 2017, data della pubblicazione del videoclip di “Se solamente tu”?

Dal 4 novembre su youtube che in realtà è la 00:01 del 5 novembre, è successo l’inimmaginabile, almeno per me che ho solo 19 anni. Radio, tv, quotidiani, blog hanno riempito il cellulare di mia madre, che chiamo affettuosamente la mia “mamager”, la quale si occupa di me e del mio aspetto lavorativo in punta di piedi nonostante per me la sua presenza sia fondamentale…”io voglio fare musica, tu occupati del resto”, le dissi un giorno.

Quello che mi diverte di più di questa mia passione sono proprio le interviste.

Trovo molto confortante che qualcuno sia interessato alla mia musica. Ho anche fatto il mio primo concerto al Ridotto dello Spasimo-Brass dove ho potuto cantare il mio brano live con dei musicisti pazzeschi tra cui il sassofonista Claudio Giambruno, Giuseppe Costa al contrabbasso, Giuseppe Madonia alle percussioni e naturalmente il Maestro Conte che anche lì ha arrangiato il brano adattandolo agli strumenti a disposizione.

E’ stato fantastico. I riscontri, oltremodo sono stati parecchi. Le visualizzazioni su youtube grazie al mio inedito sono salite ad oggi a più di 15.500.

Sono aumentati i “like” sulla pagina Facebook ufficiale arrivando a più di 3.500.

Su Instagram è accaduta la stessa cosa. Pensa che l’altro giorno ho fatto una diretta e un gruppo che io amo i “Pop x” ha voluto intervenire. E’ stato un momento magico. Da un momento all’altro sono aumentati esponenzialmente i followers ma non è stato questo che mi ha reso felice. In realtà in quel momento era felice Alisia.

In questa canzone si nota immediatamente una cura molto attenta per le sonorità ed il testo. C’è qualcuno che ha contribuito nella realizzazione del tuo singolo di debutto e che vuoi ringraziare?

E’ ovvio che  ho diversi amici da ringraziare. Prima di tutto Giovanni Conte per l’arrangiamento, Lucia Garsia la mia insegnante di canto jazz al Brass, Frank Falletta, grande videomaker che curerà anche il prossimo, le mie amiche che mi hanno  curato il look, e la mia “Mamager” che mi ha sostenuta in tutto.

Il futuro artistico di Alisia Jalsy.

Parliamo di futuro. C’è qualche data live in cui i lettori di MIE potranno soddisfare le proprie curiosità su Alisia Jalsy?

Stiamo lavorando per definire un nuovo concerto al Ridotto Dello Spasimo.

Sempre parlando di futuro. C’è in cantiere un nuovo singolo, un ep o un album?

Certo, in previsione c’è tanto da fare.

A fine Aprile uscirà il mio secondo brano e ne ho altri due a cui sto lavorando. Quindi un EP è d’obbligo. Spero piaccia a tutti i miei fans che mi sostengono parecchio e li ringrazio perché sono una forza.

Perfetto Alisia. Ti ringrazio tanto per avermi dato la possibilità di scambiare quattro chiacchiere con te e per aver condiviso un pò di curiosità del tuo lato artistico e umano.
Vuoi ricordarci quali sono le coordinate social su cui potremmo seguire la tua attività artistica?

Certo! potrete seguire il mio percorso artistico sui social (Facebook, Instagram e Twitter).
Invece, potrete trovare “Se solamente tu” su Itunes e su Spotify.

Salvatore Imperio

Salvatore Imperio

Share.

About Author

Comments are closed.

Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.