MIE on line

La musica è indipendente

Sarah Stride per Greenpeace.

Sarah Stride per Greenpeace.
Vota questo articolo

SarahStride_Greenpeacefbe642Esce il videoclip di “Casca la terra” a sostegno di Greenpeace e la campagna “SaveTheArtic”

Esce, dopo l’esclusiva su corriere.it, il video della cantautrice milanese Sarah StrideCasca la Terra”.

Il video, realizzato da Valeria Allievi e prodotto da White Label Film e da FB22 Management,  è stato ideato e concepito a sostegno di Greenpeace e della campagna “Save the Arctic” e per promuovere il concerto benefico di domenica 30 marzo, presso La Salumeria della Musica (Via Pasinetti 4, Milano. Inizio concerto ore 19, ingresso con donazione a Greenpeace: base 10 euro).
Ad aprire il concerto la band K.I.D – Karma In Distorsione, eclettico trio rock-punk, che nel 2013 ha pubblicato il fortunato primo omonimo album.

Valeria Allievi motiva la sua scelta di aderire al progetto: “Casca La Terra è il mio primo videoclip. Questo progetto metteva insieme il mio amore per Sarah come incredibile artista e per il Green, l’ambiente tema trasversale in tutti i miei lavori sia in termini di difesa che di rapporto con l’uomo. Posso dire di essere innamorata di Sarah come artista, mi perdo nella sua voce e nella sua grande energia.”.

La campagna “SAVE THE ARCTIC” (www.savethearctic.org) è la più grande campagna a favore della salvaguardia dell’Artico, uno degli ultimi luoghi incontaminati della Terra, habitat di specie animali uniche, introvabili in ogni altro luogo del pianeta, e fondamentale regolatore del clima terrestre.
Con questa campagna, Greenpeace si batte per garantire che questa preziosa regione venga protetta per le generazioni a venire: a causa dei cambiamenti climatici, infatti, in un prossimo futuro l’Artico potrebbe ritrovarsi privo di ghiaccio. La situazione è critica: negli ultimi trent’anni si sono già persi ¾ della calotta glaciale e, mentre gli orsi polari spesso annegano costretti a nuotate estenuanti per raggiungere piattaforme di ghiaccio sempre più distanti e sottili, le grandi compagnie petrolifere come Shell, BP, Exxon e Gazprom progettano di spingersi nelle acque artiche alla ricerca dell’ultima goccia di petrolio.
Ultimamente, inoltre, con l’apertura alla navigazione di ampi spazi di Oceano Artico, nulla può più impedire l’accesso alle flotte di pescherecci industriali, un tempo fermate dalla calotta ghiacciata che preservava quella che di fatto è una riserva marina a tutti gli effetti.

Tutto ciò sarebbe devastante non solo per le persone, gli orsi polari, i narvali, i trichechi e altre specie che vi abitano, ma per tutti noi. Il ghiaccio in cima al mondo riflette nello spazio molto del calore del sole, contribuendo così a raffreddare il nostro pianeta, stabilizzando il clima da cui dipendiamo per coltivare il nostro cibo. Proteggere il ghiaccio significa proteggere tutti noi e la vita sulla Terra”, afferma Andrea Pinchera, direttore comunicazione di Greenpeace Italia.

 

Biografia

Nata a Milano, studia Architettura al Politecnico. Le sue prime esperienze sono legate al mondo della video arte con installazioni al Salone del Mobile. Lavora poi nelle produzioni video per la moda, nel 1999 è autore di Sushi Desnudo, prima produzione esterna diMTV Europe, e nello stesso anno diventa Executive Producer di Fashion TV. Dopo due anni al canale decide di dedicarsi al documentario televisivo e al cinema del reale.
Produttore indipendente, regista e autore ha lavorato per Current TV, Vanguard Italia percui realizza Cervelli d’Italia e Ghiacciai Addio, nel 2009 vince la Genziana d’Oro al Trento Film Festival e il premio Mario Bello con Karl, nel 2010 è regista, autore e produttore diUn Ménestrel e nel 2013 è regista e autore di Questa Miniera (Trento Film Festival, Annecy Cinema Italien) le cui musiche sono state composte da Alberto Turra con la voce di Sarah Stride, e di Quello che Resta, di cui è anche produttore, in Concorso ad Orizzonti 70° Mostra del Cinema di Venezia.
Attualmente è in sviluppo con un documentario dal titolo provvisorio Mercati e in cantiere con il cortometraggio LOLA, l’ultimo viaggio, la storia di una partigiana morta nel 1944.
FILMOGRAFIAArtéatre (2005) – Karl (2009) – Un Ménestrel (2010) – Questa Miniera(2013) – Quello che Resta (2013)

Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.