SALVATORE IMPERIO intervista l’autore di VERRA’, Leonardo Guelpa in arte CLYDE

0
SALVATORE IMPERIO intervista l’autore di VERRA’, Leonardo Guelpa in arte CLYDE
Vota questo articolo

Verrà”, album d’esordio del cantautore e polistrumentista romano Leonardo Guelpa, in arte Clyde, promosso e distribuito dall’etichetta “La Stanza Nascosta Records”.
Clyde, all’anagrafe Leonardo Guelpa, ha raccontato che “La maggior parte dei brani sono scritti mettendo una lente d’ingrandimento tra me e l’emozione, fino a sfocarla. Così facendo cerco di distruggere la narrazione, tipica del cantautorato, tralasciando il senso logico. In questo modo il linguaggio sopravvive solo come significante sonoro, come “atto fonico”.

Ciao Leonardo è un piacere poter fare quattro chiacchiere con te.
Come è nata la voglia di fare musica?

Salve, piacere mio!
La passione per la musica è nata all’età di sette anni per puro caso. Nel tempo ho approfondito  diversi aspetti, dalla composizione alla storia della musica, concentrandomi molto sul mio strumento, la chitarra.

Qual è stato il tuo percorso artistico che ti ha portato a pubblicare il tuo album d’esordio intitolato “Verrà”?

Ho iniziato a lavorare come chitarrista qualche anno fa, insegnando e suonando molto dal vivo. Successivamente, ho sentito la necessità di dare spazio anche ai miei brani, che fino a quel momento erano rimasti chiusi nel cassetto.

Come è nato questo album?

L’album è nato mettendo insieme alcuni brani scritti nei due anni precedenti, che fino a quel momento erano soltanto chitarra e voce. Ho rielaborato suggestioni, idee e appunti cercando di indirizzare il lavoro in una sola direzione, senza perdere troppo di vista il senso dell’album.

C’è un messaggio particolare che vuoi comunicare attraverso le canzoni contenute nel tuo album?

Alcune delle canzoni sono scritte usando un procedimento quasi surrealista. Tutto è basato sulla distinzione tra significante e significato, quindi tra suono e concetto. In alcuni brani uso il linguaggio spogliandolo del suo significato, giocando con il suono delle parole, senza scendere mai nel no-sense, ma piuttosto evocando atmosfere atemporali e sospese. Vorrei che il mio pubblico ascoltasse i miei brani pensando di vedere un film in cui le immagini si sovrappongono e si rincorrono.

Il singolo che ha dato il titolo all’album è “Verrà”. Di cosa parla questa canzone e come mai l’hai scelta come titolo dell’album?

Verrà” è una canzone ottimista, speranzosa nonostante l’atmosfera sia comunque molto intima. Nel ritornello canto “E verrà/per qualcuno sarà un inverno/ma per noi/non farà più freddo, amore”, ma per tutta la canzone ometto il soggetto del verbo “verrà”, proprio per lasciare immaginare alle persone quel qualcosa che le renderà felici. Così facendo, trascino l’ascoltatore in una sorta di preghiera laica.

Verrà” è stato scelto come titolo del disco per recitare, io in primis , questa preghiera, scrollandomi di dosso suggestioni e sentimenti negativi.

Ci sono artisti che hanno influenzato il tuo modo di fare musica?

Gli artisti che mi hanno influenzato – chi in un modo, chi in un altro – sono moltissimi. La mia poetica è frutto di letture come Majakovskij, Carmelo Bene, Antonin Artaud e moltissimi altri scrittori. Per quanto riguarda la musica, le influenze sono infinite, potrei partire da Bach fino ad arrivare a Capossela.

Parliamo di attività live. Quanto è importante, per te, far conoscere la tua musica attraverso le esibizioni dal vivo?

L’attività live per me è sempre stata fondamentale, sia come chitarrista che come cantautore. Non potrei pensare di fare musica senza suonare molto dal vivo, in quando il live rappresenta per me un carburante.

Quali sono i tuoi progetti nell’immediato futuro? C’è qualcosa che bolle in pentola e che vuoi svelare ai lettori di MIE?

Sicuramente a breve uscirà un nuovo singolo estratto da “Verrà”, parlo di “L’odore di Cloé”. E poi chissà…

Perfetto, Leonardo. Ti auguriamo che la tua musica arrivi a tante persone e che il tuo percorso artistico ti conduca agli obiettivi che hai in mente.

Vi ringrazio, grazie mille.

Share.

About Author

Comments are closed.

Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.