ROBERTO ACCIARO – biografia

0

Roberto Acciaro nasce ad Ozieri (Sardegna) il 5 Settembre del 1984. Il padre, Flavio, vive di musica operando come agente teatrale; la
madre, Maria Pia, si occupa della casa. Durante i primi anni di vita di Roberto, la sua famiglia risiede in un piccolo paese sito nel nord Gallura, Luras.
Per via di alcuni motivi legati al lavoro del padre, quando Roberto ha poco più di 3 anni, si spostano a Cagliari. Qui Roberto frequenta le scuole elementari fino alla classe seconda. Nel 1992 la famiglia si trasferisce a Tempio Pausania, nuovamente nel nord Sardegna.
Nonostante Roberto sia un pianista/cantante, il suo primo approccio al mondo della musica è avvenuto tramite la batteria intorno ai 10 anni. A 13 anni Inizia a studiare pianoforte dapprima grazie al padre che gli impartisce i primi rudimenti, successivamente da autodidatta.
Durante le prime serate ufficiali, a 15 anni, Roberto condivide il palco con il padre, che per l’occasione suona la chitarra e canta, mentre Roberto accompagna con la tastiera.

Proprio grazie alle insistenze del padre Roberto, l’anno successivo, inizia a cantare. A 17 anni, Marco Garrucciu (attualmente vocal coach affermato nell’Isola) e Roberto formano un duo (Omega) ed iniziano ad esibirsi nei locali della zona.
La collaborazione tra i due dura fino ai 20 anni.

A 18 anni Roberto si diploma in Ragioneria con il massimo dei voti e decide di proseguire gli studi iscrivendosi all’Università di Sassari nella facoltà di Economia. In contemporanea passa le selezioni per l’accesso al corso di Armonia e Composizione al Conservatorio Luigi Canepa di Sassari.

La sua permanenza in conservatorio dura poco più di due mesi… l’Università verrà invece portata a compimento, con il conseguimento della Laurea in Economia Aziendale. Durante il periodo degli studi, Roberto inizia a suonare con Daniele Ricciu, talentuosissimo saxofonista sardo.

I progetti artistici di Roberto Acciaro

Daniele coinvolge Roberto in un progetto di musica Funk/Fusion: Ghjnìa (in Italiano Stirpe).
Contemporaneamente Roberto inizia ad esibirsi negli hotel in versione Piano & Voce (interamente dal vivo, senza basi, andando controtendenza rispetto al mercato).

Nel 2010 si esibisce come ospite a Bydgoszcz (Polonia) per un festival dedicato alla musica italiana, contattato dal rettore della facoltà,
conosciuto durante una stagione estiva in Sardegna.

Roberto scrive canzoni (testo e musica) da quando ha 18 anni e, a 23 circa, inizia ad inserire alcuni dei suoi brani nel repertorio che propone durante le serate.
Nel 2011 fonda insieme al percussionista Enrico Sotgiu i Nero Su Bianco, un duo destinato da lì a poco a diventare un trio, con l’arrivo di un eclettico chitarrista, Gianvito Carbini.
Con i Nero Su Bianco Roberto suona per 5 anni inanellando oltre 500 date.

Tra i vari concorsi a cui Roberto prende parte durante gli anni ci sono Il Cantagiro (2012), The Voice of Italy (2013) e X-Factor (2012 – 2014). L’unica apparizione televisiva nei talent è legata a The Voice of Italy, nello specifico il suo percorso si ferma alle Blind audition).
Grazie al Cantagiro Roberto conosce Enrico Riccardi (famoso compositore italiano, autore per Mina, Iva Zanicchi e moltissimi altri). Riccardi per lui ed i Nero Su Bianco scrive un brano, Olè, attualmente inedito e mai registrato.

Il 2014 arriva la svolta

Nel 2014 Roberto viene scelto da Elisabetta Canalis e dalla sua wedding Planner per cantare in chiesa l’Hallelujah di Cohen e per occuparsi della musica durante il rinfresco nelle tenute Sella & Mosca (Alghero).
Nel 2015 accompagna al pianoforte Amii Stewart durante un evento privato in Sardegna.
Sempre dal 2015 collabora in pianta stabile con due musicisti locali, Gabriele Careddu (Basso elettrico e Pianoforte) e Massimo Debidda
(Batteria).
Con loro condivide un trio Funk, i 3.0, una Party Band, The Big Band (nella quale suona anche Nicola Lepori come chitarrista) ed il progetto di inediti.
Nel 2016 firma un contratto con l’etichetta indipendente La Stanza Nascosta Records. La sua promozione è affidata a Verbatim Ufficio Stampa.

Il suo disco, Il patrimonio di un clochard, contente 9 brani inediti (8 suoi e 1 di Enrico Riccardi) è stato presentato il 2 Luglio 2017.
Nel 2017 sono stati pubblicati inoltre due videoclip di altrettanti brani estratti dal disco: Crema Solare e Complici. Inoltre è stato girato il
videoclip del prossimo singolo che verrà presentato nel 2018.

In tutti e tre i video Roberto ha collaborato con la Società di video produzione Stacco 12.

Share.

About Author

Comments are closed.

Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.