RADIOLONDRA: esce SLURP. L’intervista su MUSICA ITALIANA EMERGENTE.

0
RADIOLONDRA: esce SLURP. L’intervista su MUSICA ITALIANA EMERGENTE.
Vota questo articolo

Al filone che ormai impera nella scena dell’indie pop i RADIOLONDRA rispondono pubblicando “SLURP”.

Un concentrato di poetica digitalizzazione del suono e della forma canzone. Come ci diranno anche loro: la nuova frontiera della canzone d’autore italiana.

Tanta personalità e soprattutto tanta semplicità dietro le quinte. In rete il nuovissimo video del singolo “Camilla”.

L’intervista ai Radiolondra

Un filone nuovo dunque, sdoganato dai The Giornalisti e ormai preso di mira da tante realtà. Voi dalla vostra come siete approdati a questa direzione artistica per la vostra musica?

È stata una evoluzione piuttosto naturale. Amiamo i sinth da sempre, da molto tempo prima che l’indie pop assumesse i connotati di oggi. Certamente grazie a Tommaso Paradiso e soci questa musica – che vede i suoni anni ’80 abbinati alla forma canzone più tipicamente italiana – ora è diventata mainstream e quindi le possibilità di proporre la propria musica sono aumentate per tutti quelli che la fanno in questo modo.

Con “Slurp” possiamo dare il via ufficialmente alla carriera discografica dei RadioLondra?

Sì! È il nostro inizio, siamo felici di partire così, perché le canzoni del disco ci rappresentano in pieno, sono “uscite” senza una grossa produzione dietro, e sono rimaste a nostro avviso pure e spontanee e quindi capaci di trasmettere qualcosa.

Il nuovo video fresco di pubblicazione. “Camilla” in verità chi è?
Camilla è una ragazza bellissima, da perderci la testa. E tu l’hai amata tanto, ma lo sai che la storia è finita, però non riesci a chiuderla perché è difficile accettare di perdere qualcosa che è stato così importante. Ecco, la canzone non ti dice cosa decidono di fare (lasciarsi, oppure accontentarsi), ma cristallizza quell’attimo in cui ci si rende conto che bisogna fermarsi, ripartire.

E che anche i bellissimi ricordi d’estate, e le notti d’amore insieme non bastano, quando una cosa non è più vera, non basta più, bisogna dirselo, e avere il coraggio di andare. Chissà com’è finita tra Camilla e il suo ragazzo.

Bellissima la copertina. Questa collaborazione con @Finnanofenno come nasce?

@FinnanoFenno ha conosciuto uno di noi, Carlo, durante un viaggio nato per caso e in circostanze improbabili: la prima traversata Milano – Catania in tuk-tuk in Italia con @thegira.it, e lì è diventato amico e fan della musica dei RadioLondra.

Quando abbiamo scritto il disco, ascoltando le canzoni, ci è venuto in mente di chiedergli se avesse voglia di provare a fare qualcosa per noi… e il risultato è “Slurp.” ….anche a noi piace da morire quella copertina, e speriamo che le persone possano gustarsi fino in fondo le canzoni come quella mosca si gusta il gelato.

Davanti a voi, sul vostro cammino, che scena indie vedete?

È tutto molto interessante. L’indie pop è il nuovo cantautorato italiano. Ha molti accenti diversi… Il citato Tommaso Paradiso canta l’amore a Roma, Dario Brunori canta il disincanto della sua generazione, che ha trovato un’Italia piena di macerie e casini, di promesse non mantenute, Calcutta invece canta canzoni piene di poesia che sembrano scritte in una cameretta.

Davvero, è un bel periodo per la canzone, che non ha nemmeno più il problema di essere generalista nei contenuti, cosa che spesso le major imponevano agli artisti.

La redazione di MIE

Share.

About Author

Comments are closed.

/body>
Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.