In POST SCHOCK le nuove canzoni di YATO

0
In POST SCHOCK le nuove canzoni di YATO
5 (100%) 1 vote

Parliamo di un nuovo disco per YATO anche se sono passati diversi mesi dalla sua pubblicazione. Una nuova voce per un disco che promette di restare attuale sempre nonostante oggi si corra alla rivoluzione in pochi istanti

Si intitola “Post Shock” ed è canzone d’autore che dialoga con gusto ed equilibrio con l’elettronica digitale. Il cocktail che ne viene fuori è un concentrato di urbanizzazione spietata, quasi a voler fare il verso alla controcultura americana.

E dal singolo più italiano come “Electro Hardore” si arriva a brani come “DUB-Bi Song” con metamorfosi di contenuto e di suono.

Il disco si chiude anche con una nuova versione del suo successo di riferimento dal titolo “Ormonauti”.

Punterei il dito sulla splendida polvere personale che c’è in “Into me”. Non esiste ragione per non promuovere il dialogo che c’è tra la trasgressione digitale e la melodia italiana di Yato.

L’intervista a YATO

Cantautore e musica elettronica. L’evoluzione del cantautore con la chitarra che canta per la società da rivoluzionare o sbaglio?

Bè.. un cantautore canta e suona con la sua chitarra o piano qualcosa che è sempre rivoluzionario rispetto un pensiero, un’ideae un “sentire” su quel che ci circonda.

Io, attraverso YATO, immergo tutto questo in un mood, in un groove, in un’ambientazione che disegna quegli stessi scenari cantautorali.

Vero è che non restano tali, immutati in uno stile, poichè tutto il mio lavoro crea effetti sulla scrittura della forma canzone oltre che sulla musica e gli arrangiamenti.

Non è un esordio ma alla fine se non passi dai talent dellatelevisione sarai sempre un esordiente. Che ne pensi?

Prima o poi è il caso di farsi vedere in tv… anche se, considereresti un esordiente uno come Manuel Agnelli prima che prendesse parte alla giuria di X Factor?

Per me no ma per i molti, per la massa… forse si: se non ti ho visto in tv e magari suoni da molto ma non ti conosco.

Forse eri e sei uno bravo ma non abbastanza vicino a “tutti”, tutti quanti (la massa) per poter essere riconosciuto tra i grandi o tra chi va di gradimento.

La tv inganna e rende omaggio

sta a noi chiederci come ci poniamo di fronte a lei, come porsi di fronte a noi e a chi vi entra o compare un duro compito politico con se stesso e con gli altri, senza dubbio.

Ma alla fine possiamo biasimare il pubblico?

No, biasimare…credo sia meglio di no.

Insomma secondo te la colpa è di chi ci insegna cosa fare o dell’energia che dovremmo avere nei nostrisogni?

La colpa sta nel non ascoltare in noi l’energia che il desideriorichiede.

Bellissimo questo video. Dicci la verità: è un messaggio dellacanzone o del disco?

Della canzone e, nel disco, è forse quella nota sottesa checomunque possiamo percepire come eco e riverbero in ogni song, anche quelle strumentali.

La redazione di MIE

Share.

About Author

Comments are closed.

Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.