MIE

Musica Italiana Emergente

Su MIE, l’intervista a Ezio Castellano.

Su MIE, l’intervista a Ezio Castellano.
Vota questo articolo

Scritto in occasione di un rocambolesco viaggio in India, I diari della stampella è l’album di esordio di ANDI & LE BANANE la nuova

Salvatore Imperio
di Salvatore Imperio

creatura musicale di Ezio Castellano.

I diari della stampella non sono solo la narrazione grottesca di quella avventura, ma anche la descrizione di una condizione emotiva oltre che fisica con cui si affronta la vita.”

 

I dodici brani, contenuti nell’album. rielaborano frammenti, bozze e appunti raccolti negli ultimi anni per dar voce a ciò che l’autore definisce “le parti più nascoste, ciniche, malinconiche e romantiche di me, la mia autoironia, il mio amore per la Sicilia, la gratitudine per tutti i posti visitati in questi anni e la riconoscenza per ogni sorriso e lacrima versata.”

L’intervista a Ezio Castellano.

Ciao Ezio, “I diari della stampella” ha una storia molto particolare. Vuoi raccontarcela in breve?

Il titolo dell’album fa riferimento ad un viaggio fatto in India con una stampella per via di un legamento crociato rotto, stampella diventata poi un’inseparabile amica di quel viaggio intenso e personale. I diari della stampella rappresentano non solo la narrazione surreale di quel viaggio meraviglioso ma anche una condizione intima emotiva.

Cosa potrà trovare l’ascoltatore in questo album?

Una persona che si è messa a nudo con sincerità e che ha raccontato – per la prima volta senza timore alcuno – tutti i propri dissidi ed i propri lati nascosti.
Fino a questo momento mi ero sempre “nascosto” dietro l’ironia per non far emergere alcuni di questi aspetti intimi e scomodi, in questo disco NO.

Il videoclip di “Ritornerò”

Quanto c’è di autobiografico in questo tuo nuovo lavoro?

L’album è totalmente autobiografico. È un viaggio profondo nei miei stati d’animo.
C’è qualche canzone in cui parlo di terze persone realmente esistite e narrate in modo folkloristico ed anche in quelle c’è comunque qualcosa di autobiografico.

Si può serenamente dire che questo disco è il racconto dell’uomo che sono, ci sono tutti gli ingredienti della mia personalità e del mio vissuto.

Di questo album quale canzone e videoclip rappresentano in assoluto il tuo modo di fare musica?

Sembrerà banale e di circostanza ma ogni canzone è un tassello portante del mio modo di intendere la musica. È come se avessi riassunto in questi dodici brani il mio modus operandi a livello compositivo.

L’album è figlio delle tue esperienze di viaggio, ma la tua terra è ben presente. Quanto è importante la tua terra per dar vita a canzoni nuove?

TANTISSIMO. È insita nel mio mondo, nei miei pensieri, nel mio modo di vivere quindi va da se che emerge in ogni canzone. Toglietemi tutto ma non le mie radici.

In cosa sarai impegnato per il 2019?

Portare in giro per l’Italia a più non posso “I diari della stampella”, non voglio guardarmi indietro un domani ed avere il rimpianto di non averlo fatto.

Andi & le banane su Spotify

Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.