MIE intervista RAFFAELE PILLAI dopo la pubblicazione del suo secondo singolo.

0
MIE intervista RAFFAELE PILLAI dopo la pubblicazione del suo secondo singolo.
Vota questo articolo

Pubblicato lunedì 5 febbraio, sul canale youtube di Raffaele Pillai e su “La Stanza nascosta Channel””, il videoclip ufficiale di “Ipnotica” vede la  regia di Alessandro Siddi e Nicola Pinna.

Ipnotica, secondo estratto dall’ep “Una storia tipica italiana” del cantautore sardo Raffaele Pillai, è un Rock & Roll in un’era dove i generi musicali sono molto confusi e racconta l’amore come sentimento simbiotico.

Bentornato Raffaele con un nuovo singolo da far ascoltare.Come è nato “Ipnotica”?
È nato con l’idea di cercare un soggetto tra i più nominati nella musica, la donna! In questo caso dominatrice della personalità, quasi come una droga, la sua presenza diventa parte fondamentale. Vuole essere un omaggio al ruolo femminile, che sempre affianca l’artista maschile!

Nel racconto che hai fatto per MIE, dici che questo singolo strizza l’occhio ai Litfiba. Come pensi venga preso questo messaggio da chi è alla continua ricerca di musica nuova?
In realtà dei Litfiba non conosco tanto; la notazione non è mia. Sono stato accostato a loro in una recensione…e parte della critica ha riscontrato in questo brano delle analogie, a livello di sonorità, con la band in questione. In realtà, più semplicemente, io ho scritto una canzone con una cadenza sincopata e quella era la mia idea…ma senza ispirarmi a nessuno in particolare. Poi si sa, nella musica esistono le somiglianze.

In questo periodo si è parlato tanto di chi fa musica per piacere al pubblico e chi cerca di portare avanti il proprio stile. Cosa pensi di queste due tipologie di artista?
Io credo invece che chi fa musica faccia ciò che sente, senza pensare come primo obbiettivo a nessuno dei due, poi magari c’è chi riesce a trovare il giusto compromesso! E sarebbe il sogno di chiunque!

“Una storia tipica italiana” a tre mesi dall’uscita.

Il 16 Ottobre hai pubblicato, con “La Stanza nascosta”, il tuo ep “Una storia tipica italiana”. A tre mesi dalla sua uscita che feedback hai ricevuto da chi lo ha ascoltato?
Riscontri positivi, decisamente positivi, ottime recensioni, alcune anche lusinghiere, e anche chi l’ha ascoltato mi ha recensito bene, non posso che esserne felice!

Nella nostra chiacchierata per i lettori di MIE a Novembre parlavi di un secondo videoclip e nuove canzoni a cui stai lavorando. “Ipnotica” è il tuo secondo singolo estratto da questo ep ma tra le canzoni contenute c’è una canzone che ti rappresenta maggiormente nel tuo modo di fare musica?
Credo in tutte le canzoni che ho scritto!

Ho messo tutto me stesso in tutte, ma quella che personalmente preferisco forse per il testo e per gli incastri giusti è “Il richiamo” .

Parliamo dell’immediato futuro e del 2018 di Raffaele Pillai. Hai in programma delle esibizioni dal vivo o la partecipazione a qualche rassegna dedicata alla musica inedita?
Sì, stiamo lavorando su entrambi i fronti anche con la collaborazione de La stanza nascosta Records” che- devo dire- mi supporta in tutto! Per quanto riguarda le rassegne, alcune tra quelle importanti purtroppo hanno limiti di età e questo non mi aiuta… ma troveremo le giuste occasioni. Per quanto riguarda i live stiamo finendo il repertorio con la band e speriamo di esibirci molto presto in live!

Quanto sono importanti quelle iniziative che hanno l’obiettivo di far conoscere lo stato della musica attuale e gli artisti emergenti come te?
Beh, credo che siano ormai diventate le uniche in Italia, quindi direi di vitale importanza per la musica inedita, per evitare che il cantautorato sparisca, per tutto il resto esistono i talent!

Salvatore Imperio

di Salvatore Imperio

Share.

About Author

Comments are closed.

Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.