MIE intervista LIBERO

MIE intervista LIBERO
5 (100%) 1 vote

Libero è un giovanissimo artista siciliano che ha pubblicato da qualche settimana “Binnajaah”, canzone che sta avendo un ottimo riscontro con oltre 55 mila visualizzazioni su YouTube e molti commenti positivi tra cui quello de “La Sicilia”.

E’ un onore poterti intervistare. Raccontaci un pò com’è nata la voglia di fare musica.

Ciao! Innanzitutto è davvero un piacere per me essere qui a parlare della mia musica con voi, che curate e prestate sempre attenzione a nuovi artisti italiani.

La voglia di fare musica è nata da piccolo, con l’intuizione di “un qualcosa” da parte di mio padre (Artista e Scultore) che mi ha spronato ad iniziare un percorso nel corpo bandistico del paese, avventura che si è rivelata disastrosa, in quanto non riuscivo per nulla ad appassionarmi. Dopo aver abbandonato, pian piano, crescendo, ho trovato la mia “via” in questo splendido mondo, ed ho iniziato quasi da subito a scrivere, ed a mettere in musica le mie emozioni.

Possiamo dire che anche quell’esperienza al tempo così negativa si è rivelata poi molto utile per tutta la teoria ad essa legata. Grazie Pà!

Cosa vuoi comunicare attraverso la tua musica?

Come mi ha insegnato Ezio Noto, cantautore siciliano di Caltabellotta, la musica è una missione.

Ed in quanto tale bisogna utilizzarla nel modo migliore che possiamo, per trasmettere un messaggio, un pensiero, o semplicemente come sfogo dell’anima.

Che senso ha scrivere qualcosa che non ci appartiene solo perché “il mercato” ce lo chiede?

Quanto questo alla fine ripagherà? Nulla.

Ho capito che le persone che ti ascoltano, sanno quando sei davvero sincero, e lo apprezzano.

 

Che influenza ha avuto la tua terra, la Sicilia, nel tuo modo di fare musica?

Più cresco, più capisco quanto io abbia bisogno della Sicilia. Le montagne, il mare.. sono il mio motore creativo: Lo sono sempre state e so che sono di quelle cose che mi porterò sempre dentro.

Adoro viaggiare: adoro spostarmi e vedere cose nuove e vivere di esse, ma sempre con l’intento di tornare e osservare tutto con occhi diversi e più consapevoli.

 

Veniamo a “Binnajaah” canzone stupenda che, come detto, sta avendo molti commenti positivi.
Come è nato questo capolavoro?

Binnajaah è nata a San Vito Lo Capo (TR) lo scorso settembre, in occasione del Cous Cous Fest (amo esageratamente preparare e mangiare il Cous Cous). Il fatto di vivere per una settimana in quel paesello, con mille persone diverse che condividono tutto, dalla musica al cibo alle tradizioni è bellissimo. La Musa mi ha fatto visita, ed in cinque minuti era nata Binnajaah.

In studio poi, da Francesco Barbata (Disco 33) Ezio Noto( produttore del brano) che ha aggiunto la parte in Siciliano, dando vita definitivamente alla canzone che oggi potete ascoltare.

Cosa vuole comunicare “Binnajaah”?

Binnajaah vuol dire “Buona Fortuna” in arabo. E’ un messaggio di speranza, rivolto a tutti i popoli, a tutti noi. Perché culture diverse, non possono far altro che creare nuovi popoli e nuovi uomini.

Il tuo ultimo album si intitola “Alien Passengers”, pubblicato nel 2016 che con con il suo singolo “Caffelatte e foglie rosse” è entrato nella “Euro Indie Music Chart”.
Come è nato questo album e di cosa parla?

Alien Passengers è nato durante il viaggio a New York, dove ero andato insieme a due registi palermitani (Davide Gambino e Bruno Bonafede) a ritirare il premio alla “New York Film Academy” per “Pietra Pesante” (di D. Gambino) un Docu-film sulla vita di mio padre, Lorenzo Reina.

Eravamo ad Ellies Island, e volevo trovare notizie sul passaggio dei miei antenati presso quel porto alla fine del 1800. Il grosso registro, scritto in corsivo, con una calligrafia meravigliosa, riportava come titolo: “ List or Manifest of Alien Passengers from Sicily”.

Alien Passengers”. “Passeggeri Alieni”. Da lì è partito il viaggio con i viaggiatori che mi stavo portando dentro, che stavo imparando a conoscere. Ho semplicemente iniziato a seguirli.

La canzone che amo di più nell’album è “Hope #232”. Era il numero con cui il mio trisavolo “Piddu” (Giuseppe) è stato identificato alla discesa dal transatlantico. 

“Caffelatte e foglie rosse” invece è un’altra parte del viaggio, è un altro viaggiatore, di quelli che mi piace considerare “2.0”, in viaggio per riscoprirsi in mezzo a mille altre persone con mille altre luci.


Vuoi parlarci delle tue collaborazioni?

Le collaborazioni per me sono sempre state la cosa più importante di tutte. Mi hanno sempre fatto crescere. La più importante fino ad oggi è stata quella con Ezio Noto, cantautore Siciliano di Caltabellotta, direttore artistico del Dedalo Festival e come dicevo, produttore del mio ultimo brano “Binnajaah”. Ha sempre creduto molto in me e mi ha a sua volta fatto conoscere alcuni tra i musicisti migliori in Sicilia e non solo.

Poi c’è il “Teatro Andromeda” che ha costruito mio padre (vi invito a cercarlo sul web) è lì che ho conosciuto Artisti come Ezio, Francesco Giunta, Edoardo De Angelis, Franscesco Buzzurro, Richard Smith e potrei continuare all’infinito.

Da cosa nasce cosa, ed è meraviglioso!

L’estate è sempre la stagione in cui i live sono numerosi. Dove ti vedremo nel prossimo futuro? 

Luglio ed Agosto mi muoverò tanto in Sicilia. Porto avanti i miei progetti Live e contemporaneamente quelli di Ezio Noto con i Disìu, tra concerti, presentazioni di libri o eventi a scopo benefico / culturale, tante date sempre consultabili su mio sito.

Ad Agosto vi segnalo il Dedalo Festival a Burgio (AG) 4 – 5 – 6 ed il Sincero Festival (Palazzolo Acreide SR 23 – 24 – 25 – 26)

Anche Giugno è stato un mese molto produttivo: tra gli “House Concert” nel palermitano, un evento in una scuola a Gravina di Catania, un Festival nell’entroterra ad Enna e la Giornata Mondiale del Rifugiato a Licata (AG) non mi sono fatto mancare nulla!


Dove possiamo seguire la tua arte?

L’esperienza Live è quella migliore, ma potete seguirmi su internet ai seguenti indirizzi:

Facebook: https://www.facebook.com/LiberoReina

Youtube: https://goo.gl/Pl1yw6

Twitter: https://twitter.com/Libero_Reina

BandCamp: https://libero.bandcamp.com/releases

Sito ufficiale: https://liberoreina.wixsite.com/libero

La “NewsLetter” per ricevere contenuti inediti ed esclusivi: https://goo.gl/FEAE5T


Ti ringraziamo per averci fatto partecipi della tue esperienze artistiche.
In bocca al lupo di cuore per la tua musica che ha una missione importante.

Viva il lupo! Grazie di cuore a voi, è stato bello.

Binnajaah!

Salvatore Imperio

di Salvatore Imperio

Filed in: Le interviste di MIE, News Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

You might like:

12BBR – Biografia 12BBR – Biografia
INDIEGENO FEST con ELISA ROSSI, PERSIAN PELLICAN e CARMEN CONSOLI INDIEGENO FEST con ELISA ROSSI, PERSIAN PELLICAN e CARMEN CONSOLI
Quattro chiacchiere con il DUO QUALUNQUE: gli autori di una canzone che sta spopolando. Quattro chiacchiere con il DUO QUALUNQUE: gli autori di una canzone che sta spopolando.
INDIEGENO FEST: il 6 Agosto con EX-OTAGO, RENZO RUBINO, CHIARA DELLO IACOVO, SO DOES YOUR MOTHER E JULICO INDIEGENO FEST: il 6 Agosto con EX-OTAGO, RENZO RUBINO, CHIARA DELLO IACOVO, SO DOES YOUR MOTHER E JULICO
La musica italiana è viva, ma è precaria fatta da studenti o lavora in fabbrica. La musica italiana è viva, ma è precaria fatta da studenti o lavora in fabbrica.
A FOGGIA batte un cuore indie A FOGGIA batte un cuore indie
Burgio, dal 4 al 6 agosto, TITINNABULA è la decima edizione del DEDALO FESTIVAL Burgio, dal 4 al 6 agosto, TITINNABULA è la decima edizione del DEDALO FESTIVAL
Parole Beat – puntata ricchissima di musica di qualità Parole Beat – puntata ricchissima di musica di qualità
© 2017 MIE | Musica Italiana Emergente. All rights reserved. XHTML / CSS Valid.
Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente