MIE intervista la giovane band romana dei MADAFUNK.

MIE intervista la giovane band romana dei MADAFUNK.
5 (100%) 5 votes

Salvatore Imperio

di Salvatore Imperio

Oggi abbiamo con noi una band romana fuori dagli schemi: i MadaFunk.
Ciao ragazzi, una delle vostre ultime esibizioni è stata al Blackout di Roma .

Com’è andata e che sensazioni avete provato?

Ciao al tutto il popolo amante della buona musica indipendente.

Al Blackout è andata molto bene, forse anche meglio di quanto ci aspettavamo, in linea di massima sentiamo di non aver fallito. abbiamo preparato uno spettacolo ad hoc per l’avvenimento che è riuscito alla grande anche grazie alla ballerina di pole dance “Sara Iannelli” che ci ha accompagnato.

Prima di addentrarci nel vostro mondo, potete presentarci la band?

Abbiamo alla batteria Fabrizio Campomori, al Basso Flavio Calogero, alla chitarra Marco Faraglia e alla Voce Andrea Biasini.

Voi siete romani, nati a Roma e vivete a Roma. Com’è la situazione nel mondo degli artisti emergenti nella Capitale?

Essere una band emergente a Roma, ora come ora, può risultare complicato. Ultimamente sembra che suonare live non sia più un privilegio ma un modo come un altro per passare una serata, il che ha comportato la formazione di numerose band, validissime e non, che, pur di suonare, si piegano a farlo gratuitamente nei locali, cosa che a lungo andare risulta negativa.

Negativa perché si crea una sorta di ricatto indiretto, “se suoni gratis puoi venire, altrimenti no”, cosa che crea non pochi problemi a chi, come noi, chiede un compenso per suonare

Avete difficoltà a trovare posti in cui proporre la vostra musica?

Inizialmente avevamo molte difficoltà a trovare posti in cui suonare, adesso di meno anche se in realtà la difficoltà sta tutta nell’organizzazione della serata. Solitamente una serata la organizziamo almeno tre mesi prima per far sì che non sia fallimentare.

Mentre per quanto riguarda festival e contest. Come la pensate? Parteciperete a qualche iniziativa dedicata alla musica emergente?

I Festival sono una cosa che abbiamo sempre amato, a parere mio siamo una band adatta per questo tipo di spettacolo.

sul discorso contest c’è fare un attenta analisi, ci sono dei contest a cui abbiamo partecipato nei quali la giuria incideva molto sul risultato in classifica, altri invece che sono delle vere e proprie organizzazioni che speculano sulle band, le monopolizzano facendo vendere biglietti di ingresso di un ipotetica serata ai membri della band (i così detti “PR improvvisati”) a prezzi fuori dal mondo; per poter vincere queste competizioni bisogna farsi votare con il conteggio delle mani del pubblicoo cose simili , è una vera e propria fabbrica di banconote.

Ultimamente stiamo cercando di evitare i contest a parte quelli che ci portano a qualcosa di veramente conveniente; per esempio l’ultimo contest che abbiamo vinto è stato quello del Meeting del mare che ci consentirà di aprire il concerto del dei Verdena il 5 Giugno a Marina di Camerota (SA).

Album in uscita e album già pubblicati. Raccontateci un po’ come sono nati e cosa avete in cantiere.

Nel maggio 2014 è uscito il nostro primo EP dal titolo “Fuori Tutto”, è stato il frutto di un anno di lavoro intenso in cui abbiamo sia scritto i pezzi, che arrangiati, che registrati e il risultato è stato ottimo perchè

pur essendo un autoproduzione siamo riusciti ad ottenere un prodotto abbastanza professionale.

Verso la fine del mese di Novembre 2014 ci siamo recati a Somma vesuviana per registrare i Video Live

Di “Poli opposti” e “Nuvole Fluttuanti” con la casa discografica “Casa Lavica”, brani non contenuti nell’Ep sopra descritto.

È passato un anno dall’uscita dell’ EP, anno in cui oltre a suonare in giro per tutta Roma in svariati locali ci siamo anche concentrati a comporre brani nuovi che faranno parte del nostro primo album che uscirà prossimamente.

In questa intervista ci sarà un video di una vostra canzone. Quale proponete ai lettori di MIE e cosa volete comunicare tramite questa canzone?

Nuvole fluttuanti.

Ritmo, amicizia disinteressata, funk, e giusta attitudine.

Un motivo in più per staccare lo sguardo dal basso, e puntare l’orizzonte, facendosi trasportare dalla casualità come delle nuvole dal vento, rimanendo però consapevoli non tanto di dove si stia andando ma di ciò che si costruisce giorno per giorno.

 

Progetti per il futuro: dove vi vedete tra 10 anni?

A fare i benzinai dell’IP..

A parte gli scherzi, ci auguriamo di poter “sfondare” senza l’ausilio dei portafogli, il nostro obiettivo principale è rendere felici le persone facendo quello che ci piace fare.

Il nostro sogno nel cassetto è aprire il concerto ai Red Hot Chili Peppers, chissà magari fra 10 anni..

Avete degli artisti di riferimento e che vi hanno ispirato nel creare e proporre i vostri pezzi?

Premesso che abbiamo artisti di riferimento diversi, le influenze musicali condivise sono sicuramente i Pilastri del Funk [kool & the gang, Funkadelic, Power of Tower, Jamiroquai] e altri artisti più recenti come Incubus, Rage Against The Machine, The Mars Volta e i classici Red Hot Chili Peppers.

Se dovesse consigliare un artista emergente, chi consigliereste?

Ci sono delle band che apprezziamo particolarmente come i “Syndrome”, “Metropolitan Ratto Sweet”, i “Super Dog Party” e gli “ Stable Noise”.

Dove possiamo trovare la vostra musica?

Sul Nostro Sito www.madafunk.com, su Soundcloud, Bandcamp e su tutti i social Network [ Facebook, Twitter, Instagram, Myspace]

Bene ragazzi, è stato davvero un piacere conoscervi e ascoltare la vostra musica. Spero di vedervi presto dal vivo per godermi la vostra musica.

Piacere nostro, Stay Funk!

Filed in: Le interviste di MIE, News Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

You might like:

Undicesima puntata di PAROLE BEAT con i LAST 4 MINUTES, MASSIMO SILVERIO, MILO E TANTE NEWS Undicesima puntata di PAROLE BEAT con i LAST 4 MINUTES, MASSIMO SILVERIO, MILO E TANTE NEWS
ROBERTA GIALLO protagonista al CLAB STUDIOS ROBERTA GIALLO protagonista al CLAB STUDIOS
PAROLE BEAT n.° 10 – Si va in doppia cifra! PAROLE BEAT n.° 10 – Si va in doppia cifra!
Puntata numero 8: disintossichiamoci dai tormentoni Puntata numero 8: disintossichiamoci dai tormentoni
MIE intervista DOMENICO APICELLA MIE intervista DOMENICO APICELLA
Terza ed ultima parte dell’intervista a DIEGO MANCINO Terza ed ultima parte dell’intervista a DIEGO MANCINO
Intervista ad un grande autore: DIEGO MANCINO – seconda parte Intervista ad un grande autore: DIEGO MANCINO – seconda parte
Intervista ad un grande autore: DIEGO MANCINO – Prima parte Intervista ad un grande autore: DIEGO MANCINO – Prima parte
© 2017 MIE | Musica Italiana Emergente. All rights reserved. XHTML / CSS Valid.
Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.