MIE intervista il cantautore marchigiano LUCA ORSINI.

0

Dopo la pubblicazione del singolo “IL Punch” contenuto nell’EP “L’ordine delle cose gambere” uscito il 22 Gennaio, Luca Orsini ritorna dopo l’esperienza dei “Coniugi Orsini” che lo ha fatto notare per la sua grande abilità nei testi e nelle musiche.

Ciao Luca, è un piacere poter fare quattro chiacchiere con uno dei cantautori che porta qualità nella musica italiana.Come è nato “L’ordine delle cose gambere” ?
Il Piccio aveva bisogno di materiale nuovo per lavorare al mio booking. L’EP nasce con la finalità principale di essere suonato in giro. Ovviamente nella scelta e nel modo di suonare i brani ho rispettato la mia sensibilità del momento.

Cosa racconta questo EP nelle 5 canzoni che esso contiene?
Storie piuttosto ordinarie, nelle quali i protagonisti mostrano emozioni diverse, come il rancore, il rimpianto, o lo slancio del primo innamoramento.

“Il Punch” è stato il singolo che ha anticipato l’uscita di questo tuo lavoro da solista. Cosa racconta e quale messaggio trasmette a chi lo ascolta?
Il Punch è una canzone ballabile e trasmette allegria al primo ascolto. Racconta però di qualcuno innamoratissimo di una donna, ma così timido da non riuscire ad approcciarla. Questa è quella del rimpianto.


“L’ordine delle cose gambere” è il titolo del tuo EP e citando testualmente il comunicato stampa hai detto “La figura del gambero, col suo modo peculiare di procedere, contiene una speciale analogia con l’idea di liberazione.”
La figura del gambero come idea di liberazione. Pensi che ci sia una libertà molto limitata nella vita e nell’arte?
Credo che ci sia ancora un lungo cammino da intraprendere per il raggiungimento di una piena libertà civile e artistica.

Nel tuo percorso artistico hai “militato” in diverse band e nei momenti di più o meno intensa attività live ci sono stati periodi di ricerca, lavoro in studio, partecipazioni a manifestazioni e concorsi.
Quanto sono state importanti per te le collaborazioni negli anni? Queste collaborazioni hanno influito nella tua maturazione artistica?
Sono stato fortunato e ho sempre collaborato con musicisti di livello, il che ti fa maturare moltissimo, se riesci ad instaurare un rapporto di scambio reciproco.

Oltre all’attività live, quanto è importante l’attività di ricerca e studio nella musica?
Per me sono attività fondamentali.

Siamo nell’era del web e vorrei chiederti quanto è importante questo strumento per artisti indipendenti come te?
Il web è un contenitore orizzontale ed immenso, il cui uso spregiudicato può dare frutti sorprendenti o tragici. Nella mia esperienza, grazie al Piccio e a Salvatore Imperio, l’uso dei social è stato cruciale.

Visto che parliamo di web, dove possiamo trovare Luca Orsini?
Sulla mia pagina facebook potete trovare tutti i riferimenti ai concerti o ai links per scaricare i brani.

!L’ordine delle cose gambere” nei negozi digitali.

Parliamo di futuro. Cosa hai in cantiere per il prossimo futuro?
Molte date in giro per l’Italia, un disco in autunno, un altro videoclip, forse due.

Luca, ti ringrazio per aver risposto a delle domande che spero abbiano fatto conoscere uno degli artisti più interessanti del panorama indipendente italiano e ti ringraziamo per il tuo EP perchè lo riteniamo uno dei progetti artistici più interessanti del 2018.

Grazie!

 

la redazione di MIE Musica Italiana Emergente

Share.

About Author

Comments are closed.

Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.