LE CARDAMOMO’ tornano con il loro sound sognante.

0

“Nascere non basta. E’ per rinascere che siamo nati, ogni giorno.” P. Neruda

Lo spettacolo musicale “Vive la Vie” è un viaggio metaforico in un luogo immaginario al confine tra la vita e la morte, uno spazio metafisico in cui, attraverso il desiderio, gli esseri possono sognare, morire e rinascere ogni giorno.
Questo luogo è popolato da bizzarri personaggi, tutti animati da un forte desiderio che li muove verso qualcosa e che li porterà a trasformarsi: l’uccellino e la rosa, il vecchio e la Luna, il gatto nero, la bambina che non vuole crescere,
il musicista e la sua sposa, la Lena…

Vive la vie si ispira a diversi immaginari figurativi, letterari e musicali

Al centro di queste storie c’è proprio l’uccellino che da grande diventa Fenice, simbolo per eccellenza della morte e della rinscita, del desiderio che arde fino a bruciare ma che può riportare in vita.
Vive la vie è una miscellanea di fiabe, immagini e musiche che evocano il desiderio in tutte le sue forme: l’amore, l’anelare a qualcosa, l’eros, l’utopia, la voglia di restare bambini, la forza prorompente degli elementi naturali, la
passione come motore primo della vita.

In uno spazio visionario animato da video-proiezioni e scenografie mutevoli, quattro performer musicisti ricreano dal vivo queste storie attraverso musiche originali, effetti video, coreografie e racconti.

Vive la vie si ispira a diversi immaginari figurativi, letterari e musicali: dall’arte rinascimentale a la fiesta de los muertos messicana, da Shakespeare a Le Mille e una notte, dal folk americano ai canti popolari.

Immaginari che evocano un tema caro a artisti e poeti di ogni epoca: la brevità e caducità della vita che ci spinge a desiderla e a celebrarla ogni giorno come in una grande festa: Vive la Vie!

Share.

About Author

Comments are closed.

Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.