La musica italiana è donna. Intervista a GIORGIA BAZZANTI.

0
La musica italiana è donna. Intervista a GIORGIA BAZZANTI.
5 (100%) 1 vote

“Le finestre non dormono mai” è la canzone con cui Giorgia Bazzanti è arrivata in finale ad Area Sanremo 2017. Scritto dalla cantautrice stessa, il brano è stato arrangiato e prodotto da Guido Guglielminetti, storico bassista e produttore di Francesco De Gregori (che ha collaborato anche con altri grandi nomi come Ivano Fossati, Lucio Battisti, Umberto Tozzi, Mia Martini, Loredana Bertè, Lucio Dalla ed inoltre autore – insieme a Fossati – di “Un’emozione da poco”).

Ciao Giorgia, è un piacere poter far conoscere la tua musica su MIE. Come stai?
Ciao, piacere mio! Bene, grazie!

Sei stata tra le finaliste di Area Sanremo, concorso che dà la possibilità a tanti giovani di poter accedere al palco del Festival di Sanremo. Che sensazioni hai avuto partecipando ad un concorso che ha visto centinaia di voci e canzoni per il palco del Festival?
E’ stata nel complesso una bella esperienza. Alle prime selezioni poi eravamo ancor più! Di solito cerco di vivere queste esperienze come delle opportunità, con serenità e anche un po’ di “disincanto”!

Ultimamente si rischia di dimenticare che il percorso di un artista inizia dallo studio, dalla gavetta, da un’ identità artistica e personale da cercare e trovare.

Carichi di un certo background e dando importanza ad un lavoro reale e concreto che esiste prima, durante e dopo, credo si possa apprezzare e vivere al meglio certi contesti, prendendoli come un’occasione per far conoscere il proprio progetto, dove si possono stringere relazioni umane e professionali e dove ci si confronta con gli altri rimanendo se stessi.

Arrivando in finale ad Area Sanremo ho avuto inoltre un grande sostegno e affetto e ne sono stata molto felice!

Hai trovato qualità tra i tanti artisti che si sono presentati ad Area Sanremo?
Ho avuto modo di conoscere vari ragazzi e ho notato generalmente un buon livello.

C’è qualcuno che ti ha colpito particolarmente?
Mi hanno colpito soprattutto le storie di chi magari ha avuto un inizio simile al mio. Essendo cantautrice, mi incuriosivano soprattutto i cantautori ed è interessante confrontarsi su ciò che si ha in comune e sulle differenze!

Tu invece che feedback hai ricevuto con la tua canzone?
Si, ho avuto dei buoni feedback. Sapevo di avere una canzone “fuori dai soliti schemi” e la cosa che mi ha reso più soddisfatta è stata uscire da quella porta e sapere di non essere venuta meno a me stessa: mi sono sentita coerente con la persona e l’artista che sono e che dunque sono sembrata…e questo per me è sempre quello che più conta!

Il percorso artistico e le collaborazioni: Guido Guglielminetti.

La canzone con cui hai partecipato ad “Area Sanremo” è “Le finestre  non dormono mai”. La canzone è stata scritta da te e arrangiata e prodotto da Guido Guglielminetti, storico bassista e produttore di Francesco De Gregori. Come è nata la collaborazione con Guglielminetti?
La collaborazione con Guglielminetti è nata quando ho frequentato il corso “Practice Studio Recording” a Peveragno, a fine 2016, da cui poi è nata la canzone “Guerra e baci”, arrivata tra l’altro tra le Top 20 di Area Sanremo Tour Videoclip. In studio c’è un lavoro fatto di fatica e dedizione ma anche di battute e risate! Collaborare con Guido è una bella soddisfazione e una bella responsabilità; attualmente stiamo lavorando ad un disco di prossima uscita.

Il tuo percorso artistico non è nato con “Le finestre non dormono mai”. Vuoi parlarci un pò della tua attività artistica e quando è iniziata?
Mi sono avvicinata alla musica sin da piccola con lo studio del pianoforte, poi ho studiato canto e anche teatro. Ho iniziato ad esibirmi dal vivo sin da giovanissima e ho anche condiviso il palco con artisti degni di nota, come Rino Zurzolo (che è stato lo storico bassista di Pino Daniele); in particolar modo, nel 2014 ho vinto “Palco Aperto Roma” e sono stata scelta da Eugenio Finardi per aprire un suo concerto al Circolo degli Artisti, duettando inoltre con lui.

Ho aperto poi un altro suo concerto del Fibrillante Tour e un concerto di Nathalie (la vincitrice di X Factor 4). Ho pubblicato un primo ep autoprodotto e ho iniziato ad insegnare e curare progetti musicali in varie scuole. Poi è iniziata la collaborazione con Guglielminetti ed è stata la volta di Area Sanremo con un singolo che ha visto pure la partecipazione del grande Elio Rivagli alla batteria. Ora, oltre a continuare ad esibirmi soprattutto in formazione acustica, sto appunto lavorando al disco.

Ci sono appuntamenti in programma in cui i lettori di MIE potranno venire ad ascoltarti?
Potete intanto trovarmi dal vivo la sera del primo aprile al Teatro della Concordia di Monte Castello di Vibio, il teatro più piccolo del mondo!

Siamo in conclusione. Quanto è importante il web per un’artista emergente come te che vuole far conoscere la propria arte?
Il web per un artista emergente è importantissimo, soprattutto in un momento in cui tante dinamiche del mondo della musica si sono trasformate drasticamente. Internet, se ben usato, facilita la promozione, rende possibile conoscere altre realtà interessanti ed aumenta la possibilità di esser ascoltati e di essere seguiti da molte persone.

Dove possiamo seguire le tue attività?
Potete seguirmi sulla mia pagina facebook, su instagram, youtube e su tutti i digital store!

Perfetto Giorgia.
Ti ringrazio davvero di cuore per averci fatto conoscere un pò di te e dei sogni che sicuramente realizzerai attraverso la musica.

Speriamo di risentirci presto con qualche bella novità artistica.

 

Salvatore Imperio

Salvatore Imperio

 

Share.

About Author

Comments are closed.

Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.