La band romana dal grande sound dei THE ROAD CONNECTION. L’intervista di Salvatore Imperio.

0
La band romana dal grande sound dei THE ROAD CONNECTION. L’intervista di Salvatore Imperio.
Vota questo articolo

A due anni dall’uscita di “Movin’”, la band romana dei The Road Connection è tornata con un nuovo album in cui la loro maturità artistica fa capire che la musica, in Italia, sarà morta nelle radio, ma è molto viva.

La band è Soundreef dal 2018 e ascoltando l’album mi sono chiesto se l’Italia, dove il falso indie e il Grande Fratello è il pane quotidiano, sia degna di una band così.
Penso che se fossero nati negli Stati Uniti, dove le radio tematiche sono un’istituzione, loro sarebbero stati assolutamente protagonisti.

Ecco l’intervista alla band romana.

Ragazzi, finalmente ci ribecchiamo su Musica Italiana Emergente dopo parecchio tempo.
Avete pubblicato il vostro nuovo album intitolato “Zero”. Come è nato?

“Zero” è nato dalla voglia della band di suonare insieme cose nuove.
Infatti, a differenza del nostro primo album “Movin”, “Zero” è un lavoro più corale.

I pezzi sono nati da un lavoro collettivo, Lorenzo si è presentato in sala con i pezzi scritti “voce e chitarra” e poi ognuno di noi ha messo un po’ di se nell’arrangiamento.

Quali sono i temi trattati nelle canzoni che compongono l’album?

I temi delle canzoni sono vari, dalle storie di due fuggiaschi dalla vita quotidiana di “Getaway”, alla riflessione intima della title track “Zero”, dalla canzone ispirata dalla parabola da star di Britney Spears (si proprio lei) di cui parliamo in “Why” per criticare la “musica usa e getta”, fino alla canzone per i figli di Lorenzo “(You will be) Men”insomma ce n’è per tutti i gusti.

Dove è possibile ascoltare e acquistare “Zero”?

“Zero” si può ascoltare ed acquistare in tutti i maggiori stores digitali (spotify, itunes, amazon ecc) e per chi volesse una copia fisica del disco può contattarci via internet e saremo felici di farvi avere il cd ovunque.

“Zero” disponibile anche su Spotify.

Ci sono persone che hanno contribuito alla realizzazione di questo album?

Beh, i piu grandi ringraziamenti al grandissimo Fabio Lanciotti che ha registrato il disco, lo ha mixato e prodotto insieme a noi.e ci ha sopportato per tutto il percorso, ci sono i musicisti che hanno collaborato con noi: Raffaele Maroscia che ha suonato le percussioni su “Why”, Rebecca Orlandi, Giulia Elmi e Alessandra Illuminati che hanno fatto i cori e la nostra grandissima Francesca Cinanni, che ha fatto la maggior parte delle seconde voci ed è con noi fin dal primo album.

Quando dico che se la band fosse nata negli States sarebbe stata una delleband principali del vero Indie, dico qualcosa di sbagliato?

Ci piace pensare che tu abbia ragione da vendere!

Leggendo il comunicato stampa sull’uscita dell’album, un cosa molto belle è che parlate dei The Road Connection non solamente come una band, ma come  una famiglia. Volete spiegarci il motivo?

Perchè abbiamo un rapporto di amore ed odio reciproco come una vera famiglia.
La band sta insieme da circa 5 anni ma, tra noi, ci conosciamo da tanto tempo avendo suonato insieme in altre formazioni quindi abbiamo imparato a conoscerci, a volerci bene e a mandarci a quel paese quando serve. E’ proprio questo che caratterizza la nostra musica ed il nostro sound.

La “famiglia” dei The Road Connection da chi è composta?

La strana famiglia e’ composta da:

Lorenzo Cortoni – voce e seconda chitarra

Emiliano Caivano – chitarra solista

Francesco Rametta – basso

Mirko Teodori – batteria

Luciano Gargiulo – hammond e pianoforte

Il singolo estratto dall’album di cui si può ascoltare e vedere il videoclip è “Driftin’”.
Come è stato realizzato il videoclip e di cosa parla questa canzone?

Il video di “Driftin’” è stato girato nella nostra sala prove in una serata afosa.

Un po’ di amici si sono prestati a “cantare” al posto di Lorenzo in alcune scene e, dopo una quantità smodata di sudore e risate è venuto fuori quello che vedrete nel video.

Parliamo di futuro. Cosa bolle nella pentola dei The Road Connection?

Nel futuro della band bolle in pentola tanta musica live.

Siamo una live band, lo abbiamo nel dna e abbiamo il bisogno fisico di suonare dal vivo e di avere un contatto fisico col pubblico.

Visto che siamo nell’era dei social, immagino che potremo seguire il vostro percorso attraverso le vostre pagine. Quali sono le “coordinate web” per seguirvi?

Siamo rintracciabili facilmente su facebook, twitter, instagram e chi più′ ne ha più ne metta. Voi cercateci e noi ci saremo.


Perfetto ragazzi. E’ stato un piacere incrociarvi nuovamente dopo tanto tempo. Mi raccomando, teneteci aggiornati sulle novità firmate dai The Road Connection!

Grazie mille. Ci vediamo on the road e auguriamo tanto rock’n’roll a tutti.

Salvatore Imperio

Salvatore Imperio

Share.

About Author

Comments are closed.

/body>
Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.