MIE on line

La musica è indipendente

Intervista ai “60 frame”

Intervista ai “60 frame”
Vota questo articolo

Oggi Mie vi porterà in viaggio e conosceremo una nuova band: i 60 frame.

Giorgio Strada,Daniele Pacazocchi,Lorenzo Giustozzi,Davide Di Luca,Riccardo Messi,Maurizio Diomedi armati di umiltà,  sperimentazioni musicali e carattere da vendere, sono pronti a farci vedere che peso possono portare sulle loro spalle attraverso un lungo viaggio che passa dalle loro canzoni e dal loro entusiasmo.

Il 24 settembre debutteranno con il loro primo singolo “L’immagine di un attimo”.

QUALE E’ STATO UN ELEMENTO PER FORMARE LA BAND ?

Il destino! Anzi…il caso! E la voglia di creare qualcosa di nuovo. Avere una band è come avere una donna che non ti tradisce mai e che sa capire ogni tuo momento. E’ una valvola di sfogo per ogni situazione. Avere una band vuol dire essere molto fortunati perché hai una dote e una possibilità che molti non hanno: saper e poter suonare.

DA CHI ISPIRA PER CREARE IL VOSTRO SOUND?

Solo ed esclusivamente dalla nostra fantasia. Prendiamo spunto da un suono, da una situazione anche banale, da un quadro o da un libro. Il mondo e la sua quotidianità, le notizie che circolano ai giorni d’oggi, sono un contenitore infinito di informazioni, basta avere un po di spirito di osservazione, un udito attento e un po di creatività. Se hai qualcosa da dire si può trarre ispirazione da tutto.

C’E’ UNA PERSONA  A CUI VI ISPIRATE?

Diciamo di no. Ovviamente ognuno di noi ha dei modelli a cui si rifà ma non sono una fonte di ispirazione per le nostre canzoni. In quello siamo molto personali. Forse “influenzano” il nostro modo di fare o di interagire ma non fanno parte di quello che sono le nostre creazioni.

CHE MUSICA ASCOLTATE?

Qui sarebbe da fare una lista infinita di canzoni, cantanti, cantautori, gruppi e così via. Quello che possiamo dire, evitando di riempire l’intero spazio con una sola risposta, è che ascoltiamo tutti musica diversa. Dal rock anni ’70 a quello alternativo, dall’hip hop all’elettronica. Dal blues alla sperimentale. Dalle colonne sonore dei film a quelle dei videogiochi. Ma siamo aperti ad ogni genere musicale e soprattutto non abbiamo paraocchi (in questo caso paraorecchie). Le nostre canzoni ne sono la testimonianza.

QUALE MUSICA E ARTISTI VI HANNO ISPIRATO ?

Anche questa è una domanda a cui dovremmo rubare molto spazio. Parlando però a livello musicale o di suoni le ispirazioni sono arrivate da molte parti. Pink Floyd, Genesis, e tutto quello che è molto strumentale. Le musiche da film sono state una grande fonte di ispirazione. Se vi diciamo però che il fraseggio principale di una nostra canzone è stato ispirato dal segnale acustico che fa un’automobile quando si lascia lo sportello aperto ci credete? O ci prendete per pazzi?

IL VOSTRO SOGNO NEL CASSETTO?

Suonare e viaggiare. Avere la possibilità di scrivere canzoni e fare altri dischi. Sapere che una nostra canzone è diventata la colonna sonora della vita di qualcuno, sapere che alla gente piace la nostra musica. Non abbiamo nessuna pretesa esagerata. Secondo noi tutti dovrebbero fare il lavoro per cui sono portati e per cui coltivano una grande passione. Noi sappiamo fare questo e pensiamo di saperlo fare bene. Quindi vivere di musica è la risposta.

VI PIACE COM’E’ STRUTTURATO IL MONDO DELLA MUSICA?

I tempi sono molto cambiati. Prima se diventavi qualcuno andavi in TV; oggi se vai in TV diventi qualcuno. E’ difficile farsi spazio tra tutti gli artisti che ci sono, è difficile inventarsi un nuovo modo di fare musica e quindi di distinguersi tra la folla. Però noi ci sentiamo molto a nostro agio proprio perché ci sono queste difficoltà. Amiamo le sfide e se vinciamo questa vuol dire che abbiamo creato qualcosa di importante. Non rimanere indifferenti al giorno d’oggi significa per noi essere diversi dagli altri e se alla gente piace quello che facciamo vuol dire che la musica non sta scomparendo. Tutti dicono che le note sono soltanto 7, in verità sono 12 perché ci sono i diesis e nell’aria si percepiscono infiniti suoni e con questo “materiale” a disposizione si possono avere infinite soluzioni per creare qualcosa e noi ci stiamo provando. Staremo a vedere!

UNA CANZONE CHE ACCOMPAGNA UN VOSTRO IMPORTANTE RICORDO ?

Dovremmo aprire un dibattito da Maria de Filippi e stare a discutere per 6 mesi! Siamo una band e quindi dovremmo scrivere il titolo di una canzone per ognuno di noi. La fatica non è scriverla quanto a pensarla! Una canzone che ci accomuna tutti e che ci ha accompagnati per tutta la durata del disco è una nostra canzone, la prima canzone che abbiamo scritto. All’inizio ne andavamo fierissimi: “Bella! Senti che figata è venuta fuori!” E te la sentivi in macchina fino allo sfinimento. Volete sapere come è andata a finire? L’abbiamo scartata dal disco! Ma ogni tanto ce la riascoltiamo dicendo: “mamma mia! Ma cosa avevamo in testa!”

COME IN UNA CANZONE DEGLI ARTICOLO 31, DOVE VI VEDETE NEL 2030

E INVECE DOVE VI VEDREMO NEI PROSSIMI MESI?

Nel 2030 forse ci vediamo in un manicomio o sull’isola di Lost! O magari su una navicella spaziale o addirittura a suonare su Nibiru! Scherziamo! Dunque, se arriviamo nel 2030 significa che sono passati 18 anni. Ci vediamo comunque su un palco a correre e a suonare. Nel 2030 faremo le stesse cose che facciamo oggi ma con 18 anni di esperienza alle spalle e con la stessa voglia di sempre. L’entusiasmo non manca mai. Nei prossimi mesi non ne abbiamo idea di dove ci vedrete. Speriamo intanto che CI VEDRETE! Sicuramente saremo in giro a promuovere il nostro disco, a suonare a qualche show e magari….no, non lo diciamo! Siamo scaramantici!

DA 0 A 10 CHE VOTO VI DATE COME BAND E CHE VOTO DATE AL VOSTRO PRIMO DISCO?

Come bellezza voto 0! Siamo davvero brutti! Come musicisti 10! Siamo bravi dai! Però, per non fare gli sfacciati, ci togliamo mezzo voto quindi 9,5! Dare un voto al nostro primo disco invece è difficile in quanto siamo molto autocritici e rischieremmo di farci cattiva pubblicità da soli! Possiamo chiedere l’aiuto a casa? O il 50 e 50? A parte gli scherzi…come impegno e passione sicuramente un voto alto e non classificato. Per non imbatterci in gaffe decidiamo di darci un bel 6 politico e lasciamo il giudizio agli esperti e al pubblico. Per il momento ci rimandiamo a settembre come si faceva o si fa ancora a scuola e nello specifico ci rimandiamo al 24 settembre quando uscirà il nostro primo singolo. Speriamo di essere promossi!

Non ci resta che seguire Giorgio,Daniele ,Lorenzo ,Davide ,Riccardo ,Maurizio e sostenerli , pieni di curiosità per quello che sarà il loro primo singolo “L’immagine di un attimo” e il loro primo album attraverso le pagine di MIE  –  musica italiana emergente e i social network.

SITO UFFICIALE CANALE YOUTUBE TWITTER UFFICIALE

Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.