MIE

Musica Italiana Emergente

Il duo foggiano IWolf approda a The Voice of Italy, e inizia l’avventura nel talent show di RAI2 con il Team di Raffaella Carrà

Il duo foggiano IWolf approda a The Voice of Italy, e inizia l’avventura nel talent show di RAI2 con il Team di Raffaella Carrà
Vota questo articolo

Grande soddisfazione per “La Cupola” – factory che si occupa di formazione e management musicale – che ha visto due artisti di punta della scuderia, gli IWolf, passare le selezioni d’ingresso (Blind Auditions ) a The Voice of Italy, il popolare talent show di Rai2.


Nella puntata di mercoledì 3 marzo il duo foggiano, composto dalla cantante Cristina De Vita e dal chitarrista e cantante Michele Wolf, infatti, ha conquistato l’ingresso nel cast della nuova edizione del programma che scoprirà la “miglior Voce d’Italia” 2016, convincendo con un’originale e grintosa versione di Elettrochock dei Matia Bazar due dei quattro coach: Emis Killa e Raffaella Carrà.

La personalità canora di Cristina, che ha iniziato l’esibizione, e la verve di Michele – che ha amplificato con il suo ingresso vocale l’impatto sonoro della loro personalissima versione del brano dei Mattia Bazar – ha fatto si che i due coach si girassero per scoprire il talentuoso duo in gara, che ha colpito anche per l’eccentricità del look, definito da Raffaella Carrà “circense”.

E i due giovani artisti pugliesi, senza troppo esitare, hanno scelto di entrare proprio nel team della leggendaria “Raffa nazionale”, motivando la scelta con un romantico episodio della loro vita privata. Il sodalizio degli Iwolf, infatti, non è solo professionale ma anche sentimentale e Michele ha raccontato che, poiché il primo ballo da fidanzati è stato proprio su una canzone di Raffaella Carrà, era inevitabile non scegliere di entrare nel team della mitica ShowWoman.

Un ottimo inizio per questa nuova avventura del duo, formatosi nel 2012, proprio all’interno de La Cupola, di Luigi De Gennaro e Gianni Colonna, musicisti e imprenditori musicali foggiani che hanno dato vita a questa struttura che si occupa di “Artist Development”, un settore professionale molto sviluppato nei paesi anglosassoni ma ancora poco affermatosi in Italia.

Una realtà vivace e in grande crescita, che si occupa di offrire agli artisti una formazione personalizzata nel campo musicale, attraverso laboratori di scrittura melodie, scrittura testi, stage presence per permettere ai giovani talenti di gestire i personali progetti creativi in ogni aspetto: dal look, all’arrangiamento, al mixing e mastering ma anche alla costruzione del proprio live show.

Una formula vincente, visto che ha permesso agli IWolf di arrivare a The Voice, dopo la pubblicazione, nel 2013, del loro primo singolo “Volontà popolare” e nel 2014 del secondo singolo “È poco pop” in collaborazione con “Casamatta Records” (etichetta Svizzera) e nel 2015 “Toglietemi la Tag” ultimo singolo e vincitore del premio “Augusto Daolio”, che li ha portati sul palco dei Nomadi.

I loro brani sono caratterizzati da melodie semplici, riff orecchiabili, testi ironici e mai banali che denotano la loro personalità disincantata e irriverente, proiettata anche dalla loro passione per gli abiti bizzarri, sgargianti, burlesque e rococo’ e uniformi .

E l’esperienza nella prima serata RAI- che potrebbe rivelarsi una formidabile occasione per la simpatica coppia – non potrà che consolidare la smisurata passione della coppia per le esibizioni live, in cui, oltre che alla musica, danno spazio alla voglia di interagire e giocare con il pubblico .

Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.