MIE

Musica Italiana Emergente

GLUES è il nuovo album dei GLUE’S AVENUE. L’intervista su MIE.

GLUES è il nuovo album dei GLUE’S AVENUE. L’intervista su MIE.
5 (100%) 1 vote

“Glues” è il titolo del disco d’esordio dei Glue’s Avenue, band ligure nata nel 2018  dalla collaborazione tra il chitarrista Lorenzo Spinozzi e il contrabbassista Roberto Bonazinga e dal successivo arrivo Andrea Arnaldi con cui hanno acquisito un’identità artistica molto interessante.

 

Gally, il primo singolo estratto dall’album d’esordio.

 

L’intervista ai Glue’s Avenue.

Salvatore Imperio
di Salvatore Imperio

Benvenuti ragazzi. Avete bruciato i tempi: in un anno avete fondato la band e avete pubblicato il vostro primo album. Quindi avevate le idee ben chiare?

Roberto: Non avevamo le idee proprio così chiare dall’inizio si è tutto sviluppato strada facendo. Si, diciamo che siamo contenti e orgogliosi di aver fatto una raccolta di brani nostri in così poco tempo, ora dobbiamo essere bravi a tenere testa al progetto.

Quanto hanno influito i gusti musicali di ognuno di voi per il sound presente nel vostro album?

Lorenzo: Ognuno di noi possiede un background proveniente da percorsi professionali variegati, nel nostro album hanno influito, ma ciò è avvenuto in maniera automatica senza premesse.

Ci sono autori, cantautori ed interpreti che hanno influenzato la vostra identità artistica?

Lorenzo: In particolare all’inizio abbiamo lavorato sull’arrangiamento di varie cover italiane ed internazionali ad esempio: Sergio Caputo, Simone Cristicchi, Domenico Modugno; Frank Sinatra, Micheal Bublè, fino ad arrivare ad esplorare altri generi come il Country, il Rock e il Blues.

Parliamo di “Glues”, il vostro album. Come è nato e quali sono gli argomenti di cui si parla?

Lorenzo: L’album non tratta un argomento specifico, ogni brano racconta una storia a sè.

Si toccano tematiche che vanno dall’emotività profonda (Gally,Oggi che tempo fa) fino al raccontare personaggi ed episodi divertenti e particolari incontrati nel nostro cammino (Walzer di Castellane e Mauro si sposa)

Ad un anno dalla formazione della band, quali sono stati i risultati?

Lorenzo: Inaspettati e concreti, in un solo anno tutto è andato verso una direzione condivisa con naturalezza, professionalmente ed umanamente, si può dire che il disco è stato il simbolo della conclusione in positivo dell’anno.

Ascolta Musica Italiana Emergente vol. 2

Dalla vostra biografia si legge che “C’è stato fin dall’inizio un ingrediente genuino e fondamentale: la sintonia”. La sintonia tra voi tre è stato l’elemento più importante per dare voce alle vostre canzoni?

Roberto: La sintonia è sempre uno degli elementi fondamentali in un gioco di squadra, è anche vero che è molto più facile averla nella fase iniziale di un progetto ed è molto difficile mantenerla nel percorso di un progetto, bisogna essere molto bravi a mantenere gli equilibri nel lungo tempo, speriamo di riuscirci.

“Gally” è il vostro primo singolo estratto dall’album. Pubblicherete anche un videoclip ufficiale del singolo?

Roberto: per ora stiamo lavorando col disegnatore Stefano Gurnari alla realizzazione del videoclip del secondo singolo “Walzer di Castellane” in versione animata.

Parliamo di futuro. Quali sono i vostri obiettivi per il 2019?

Roberto: continuare a fare più concerti live ed espanderci un po’ di più fuori dalla nostra zona per poter far conoscere il nostro album, rinnovare anche il repertorio di cover cercando altre nuove fonti di ispirazione per poi chissà… incidere un secondo album.


Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.