FREQUENCY è il concept album DOWNFLYERS

0
FREQUENCY è il concept album DOWNFLYERS
Vota questo articolo

“Frequency” è un concept album che racconta la fantomatica guerra tra due fazioni agli antipodi e da sempre in conflitto: quella del Silenzio, chiusa nel suo guscio di regole e conformismo e quella del Suono, votata alla libertà e alla prevalenza del cuore sulla ragione.

Grey è il protagonista di un viaggio immaginario che lo vedrà via via liberarsi dai condizionamenti del mondo del Silenzio grazie all’amore per la musica (rappresentata dalla ribelle Queen) e al coraggio infuso da un leader folle, visionario e carismatico (Anthem), che incontrerà sulla sua strada e che gli ricorderà l’importanza di godere a pieno di ogni momento, di ogni respiro. 

Un disco che proietta l’ascoltatore in mondi lontanissimi con il quale la formazione bresciana ribadisce a pieni polmoni la voglia di suonare e di farsi sentire.

Bleeding Skies”  è il titolo del primo singolo estratto dal nuovo album.

“Bleeding skies” è il titolo del primo singolo estratto dal nuovo album. Il videoclip è stato presentato in anteprima su RockON.it e dal 13 aprile è disponibile in digitale e su YouTube. Una canzone viscerale, un misto di inquietudine, confusione e riflessione, sentimenti accreditabili a un senso di smarrimento totale.
Si avrà pace solo al raggiungimento della consapevolezza che tutto dipende da noi stessi.  
Il videoclip girato in una villa di metà ottocento da Andrea Bignami (AB video) tratteggia tutte queste sensazioni. L’epilogo sarà la negazione di ogni verità oggettiva, bianco e nero, suono e silenzio, non avranno più confini così netti.

La band bresciana racconta “Frequency”.

«“Frequency” è il nostro primo LP e il nostro lavoro più personale. Nei personaggi che lo abitano e nelle loro storie ci sono condensati passaggi importanti delle nostre vite legati alla passione per la musica rock cui si connette il concept Suono/Silenzio che abbiamo voluto sviluppare.»  

Per questo lavoro i Downflyers hanno prestato molta attenzione ai testi e alle tematiche per sviluppare il concept, fil rouge dell’intero disco, che si dipana su melodie ricercate che mixano alternative rock dal respiro internazionale e elettronica, assimilando la lezione di gruppi come Biffy Clyro o 30 Seconds to Mars, strizzando l’occhio al punk rock melodico di matrice californiana, dai Blink-182 ai Green Day, per esprimere e concretizzare le loro urgenze creative.

Una montagna russa di atmosfere, percussioni potenti, sfuriate elettriche, chitarre feroci e momenti distesi e dilatati per un lavoro incisivo e spontaneo.

Share.

About Author

Comments are closed.

Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.