MIE on line

La musica è indipendente

Federico D’Annunzio – Sogni tra i capelli

Federico D’Annunzio – Sogni tra i capelli
Vota questo articolo

8032007192917

Un nuovo artista entra a far parte del roster di MIE: Federico D’Annunzio.
Un grande paroliere, un ottimo polistrumentista, capace di parlare d’amore e della precariet√† della vita con una bellissima limpidezza¬† di parole, come se fossero canzoni, dice lui, cantate tra amici in una notte d’estate lungo la spiaggia.

Entra ed esce da vari generi musicali, come in “Cerco” dove nel pop-rock, Federico, si diverte e fa divertire chi l’ascolta. E’ una di quelle canzoni spensierate, di quelle canzoni che fanno da sottofondo ad un viaggio sul lungomare in un’estate spensierata.
Grande prova di Federico anche in “Automatico” in cui il carettere vocale del cantautore marchigiano non lascia spazio a nessun paragone con gli artisti italiani e riesce a dare al pubblico un bel pezzo pop-rock.
In “E’ tutto vero”, la vena romantica di D’Annunzio d√† vita ad una bella canzone d’amore in cui regala un ispiratissima performance , mentre in “Convinto e scontento”¬† sputa fuori tutta la rabbia che solo un ragazzo della generazioni precarie di oggi , pieno di assurde illusioni e di false speranze.

“…un conto √® sentire ed un altro ascoltare..”

E’ la frase che simboleggia un p√≤ la musica di oggi e che rappresenta proprio quello che MIE vuole dire ai suoi affesionati lettori.

Si arriva cos√¨ al primo singolo estratto dal suo album che d√† anche il titolo all’album “Sogni tra i capelli”.Scritta a quattro mani con un pezzo da novanta come Kaball√†, Federico d√† un ottima performance in una canzone di puro pop che, noi di MIE, non concepiamo nel suo non passaggio nelle radio nazionali.

Con gli occhi dei ragazzi di oggi, in un mondo pieno di insicurezze, Federico ci porta nel mondo di “Senza filtro” che √® un p√≤ la continuazione di “E’ tutto vero”e che , il cantautore marchigiano rende una bella ballata.

La morale di “Senza filtro”¬† √®¬† che il mondo pu√≤ girare anche solo in una direzione, ma che l’amore √® la chiave per poter cambiare il verso. Ma D’Annunzio √® anche “Le tue pagine”, dove in una luminosa ballata illumina una canzone d’amore che dovrebbero prendere d’esempio tanti artisti affermati che scrivono canzoni.

“Disincronizzato” √® uno dei pezzi che vive di una sua identit√†, che racconta di un ragazzo disilluso,confuso e avvolte disincronizzato dalla realt√† fino a pensare di essere matto per il solo fatto di pensarla diversamente dagli altri: magari fossero tutti disincronizzati!

“… Amo come vivo

¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬†¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬†¬† e il resto non fa niente.”

Si arriva cos√¨ ad un pezzo di vita, probabilmente, di Federico: “Passi e vai”. La canzone racconta con gli occhi di un ragazzo innamorato di “Valeria” , grande prova di cantautorato dell’artista marchigiano.

“Sto bene cos√¨” : ballata dall’arrangiamento spensierato dove la sua leggerezza accompagna dei versi molto diretti e danno vita ad una bellissima canzone d’amore.

Parlare di Federico D’Annunzio vuol dire, per chi ha la fortuna di vederlo e sentirlo suonare, ad un ragazzo umile e solare, diffusore di allegria come la musica che suona.

Un’ anima bella come la musica e noi di “MIE – Musica Italiana Emergente” possiamo solo augurargli tante soddisfazioni sicuri che il nostro sostegno non mancher√† mai nei suoi progetti musicali e speriamo di risentirlo presto nel suo prossimo album.

MYSPACE UFFICIALE   FACEBOOK UFFICIALE  CANALE YOUTUBE

Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.