CLYDE racconta il suo album VERRA’

0

E’ disponibile su tutti i maggiori digital-stores “Verrà”, album d’esordio del cantautore e  polistrumentista romano Leonardo Guelpa, in arte Clyde, promosso e distribuito dall’etichetta “La Stanza Nascosta Records”, con sede ad Alghero (SS) ma operativa sull’intero territorio nazionale.

Lacrime di cera”

Primo brano dell’album, dal sapore rock e radiofonico. Con questo brano ho inteso descrivere l’esatto momento in cui cadono le illusioni di un amore, quel momento in cui ci si sente nudi di fronte ad un sentimento ormai finito. Il testo è pervaso anche da un leggero sentimento vendicativo, tipico di chi sente il proprio ego ferito.

Sonno d’avorio”

Ho voluto dipingere con poche pennellate una situazione quasi onirica, a tratti trascendentale. Il tema del giudizio e della scelta riporta il brano in una dimensione decisamente esistenzialista, con quel fare ermetico tipico del mio cantautorato.

Fabbrica di sogni”

Unico brano “impegnato” dell’album, pervaso da una critica verso gli attuali modelli economici, sociali e culturali. Il rincorrere continuamente un prodotto, l’illusione che ciò possa condurci ad una felicità, ad una fabbrica di sogni, quando in realtà porta soltanto dolore e frustrazione.

Verrà”

E’ il primo singolo estratto dal mio lavoro discografico; “Verrà” dà il titolo all’album e si scrolla di dosso quella leggera malinconia che pervade alcuni brani del disco. E’ un brano che spinge a pensare positivo, speranzosi del fatto che prima o poi cadranno le nostre maschere e raggiungeremo una felicità non più apparente.

Lampare”

Lampare è un inno alla perdita d’identità, quel concetto così presente nella letteratura esistenzialista e in alcune filosofie orientali. Il tema è quello dell’uomo che si guarda allo specchio e non si riconosce, ed inevitabilmente della crisi che ne consegue. Il titolo è una metafora, un invito a smascherare quelle illusioni che ci attirano continuamente e ci portano verso la superficie, al fine di trovare una sincerità anche nel profondo, anche a costo di perdere la propria identità (molto spesso illusoria).

E’ il brano con venature più esistenzialiste, che si evincono soprattutto nel ritornello con il verso “ho sentito dire dalla mia tristezza / che forse sono qui senza un perché”.

Selene”

Selene è una canzone d’amore che incontra il gusto dell’onirico, del frammentato. Interessante il ruolo ricoperto dal tempo, in quanto le quattro strofe descrivono nei particolari una scena durata qualche secondo. Questo fa avvertire questa sospensione tipica del brano, piuttosto delicato ed intimista.

Seni di nei”

In questo brano ho dato pienamente voce al mio gusto tipicamente surrealista; più che evocare un nonsense ho voluto dare un tocco registico al brano. Infatti la narrazione procede in maniera frammentata, disconnessa, evocando un inconscio collettivo e scene intime. Queste immagini si susseguono come fossero elementi di un quadro surrealista, eliminando il tempo d’azione.

Renee”

Renee è una ballad che affronta il topos letterario dell’amore, più precisamente dell’amore come malattia. Ancora una volta la narrazione diventa registica nel tracciare i lineamenti di questa donna, soffermandosi sui suoi sentimenti. Uno dei temi centrali del brano è l’illusione, come si evince dai primi versi (E Renee si illudeva / di cambiare il destino delle stelle / carezzando con un dito la sua pelle). Ho cercato di distruggere i nessi logici, planando sulle situazioni, esaminandole, ma senza mai risolverle.

L’odore di Cloé”

Brano conclusivo dell’album, con un arrangiamento scarno (pianoforte e voce) che lascia molto spazio alle parole. Il ritratto di una donna, del suo cappello, delle sue sigarette e della sua tragica fine. Ancora una volta ho analizzato il senso della vita, delle sue contraddizioni. Cloé è un’artista, una riflessione, un sentimento, un profumo. Cloé si confonde spesso con la mia figura attraverso elementi biografici, a volte invece si confonde con l’ascoltatore, trascinandolo in un vortice.

Share.

About Author

Comments are closed.

Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.