BIKINI DEATH RACE: il coraggio e la leggerezza nella musica italiana. L’intervista di Salvatore Imperio.

0
BIKINI DEATH RACE: il coraggio e la leggerezza nella musica italiana. L’intervista di Salvatore Imperio.
Vota questo articolo

BIKINI DEATH RACE è il nome di un progetto frizzante e che fa drizzare le orecchie a chi li ascolta. Se dovessi associare una parola a questo progetto dire “coraggio”.

Coraggio” perché racchiudono l’espressione di libertà che dovrebbe sempre avere la musica. Li ho intervistati per farvi conoscere questo progetto che racchiude in sè tanta forza.

Dall’intervista capirete che non si prendono troppo sul serio e sono sicuro che con la loro “leggerezza” riusciranno a portare risultati interessanti.

L’intervista ai Bikini Death Race

Ciao ragazzi, innanzitutto grazie per aver accettato di fare due chiacchiere su Musica Italiana Emergente. Come nascono i BIKINI DEATH RACE?

Grazie a voi. I BDR nascono in un bagno pubblico. Purtroppo, spesso le porte dei bagni pubblici sono rotte e quindi, è successo. Cercheremo di dare meno fastidio possibile. Comunque mangiamo poco e non sporchiamo. Eddai, tienici con te!

Quale fascia d’età ha risposto positivamente alla vostra musica?

Abbiamo notato un buon riscontro negli ospizi e nelle nursery. A questo punto dobbiamo soltanto conquistare l’audience che va dai 7 ai 77 anni.

“The Rabbit Hole” è il vostro ultimo singolo. Di cosa parla?

Parla di quando ti presenti alle persone mille volte e loro si offendono ma tu sei veramente poco fisionomista e non ci puoi fare nulla; è la tua natura far sentire male il prossimo. Oppure di quando la gente ti abbraccia per strada e ti chiede come sta la tua famiglia o se il tuo cane è stato poi castrato oppure no e tu non sai chi sia quel singolare essere umano che ti approccia con tanto entusiasmo.

Mi ha colpito molto una frase in cui vi presentate che dice: “Party Animals è diventato il loro personale esorcismo.” Per quale motivo ritenete il vostro album un personale esorcismo?

Sai, ad una certa età, se decidi di metterti una maschera nascondendo la tua vera identità significa che: a) sei un criminale di fama internazionale ricercato dall’Interpol; b) vuoi divertirti senza pagare le conseguenze delle tue malefatte; c) sei un gran simpaticone. Ad ogni modo, stai cercando una fuga dalla realtà. Ecco, avevamo bisogno di fuggire da una realtà che non ci piaceva più.

Il progetto visionario dei BDR tra bellezza, disagio, determinazione e leggerezza.

Raccontate la bellezza e il disagio. Volete spiegarci il motivo?

Più che la bellezza e il disagio, direi che raccontiamo la bellezza nel disagio. Il disagio è lo stato d’animo più in voga nell’epoca moderna. Quello più gettonato. Se sei un essere pensante, con un minimo di sensibilità, al giorno d’oggi non puoi fare altro che sentirti inadeguato. Ma puoi comunque essere un fico, anche se inadeguato. Vuoi scoprire come? Ascolta il nostro disco!

Progetti futuri?

Suonare il più possibile! Inoltre abbiamo lanciato una campagna di crowdfunding su Musicraiser, per ristampare il nostro in vinile, se vi va, dateci una mano a raggiungere il target! Grazie!

Ultima domanda. Perché i lettori di Musica Italiana Emergente dovrebbero ascoltarvi?

Perché i malati di mente vanno ascoltati, compresi e aiutati. Capito? Eh? Eh? Eh? Eh? Eh? Eh? Eh? Eh? Eh? Eh?

Salvatore Imperio

Salvatore Imperio

Share.

About Author

Comments are closed.

Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.