ALTROVE è il titolo dell’album d’esordio degli ALGO VUOL DIRE QUALCOSA

0
ALTROVE è il titolo dell’album d’esordio degli ALGO VUOL DIRE QUALCOSA
Vota questo articolo

Disponibile dal 16 marzo 2018 in cd ed in digital download “Altrove” l’album d’esordio del progetto Algo vuol dire qualcosa di Città di Castello (PG), formato da Filippo Poderini (chitarre, basso, batteria, synth) e Marco Mencarelli (parole, voce, synth), distribuito e promosso da (R)esisto.

Il disco è composto da dodici tracce registrate al Cavour studio e al St. John studio e mixate al Jam Recordings di Città di Castello da Michele Pazzaglia (Paolo Benvegnù).

 

 
“Altrove” è un disco sulla ricerca di un luogo che possa essere definito “casa”. Dodici episodi narrativi illustrano un percorso che si snoda tra luoghi fisici e metafisici, tra rapporti umani in essere ed in divenire e che partendo dall’esilio, volgendo lo sguardo al passato, configurano un nuovo ed inatteso ritorno.
“Altrove” è un disco di attese, di rimpianti, di progressive e violente prese di coscienza. Altrove è alienazione da se stessi, è ricerca di nuovi punti di osservazione, esterni, che restituiscano una visione limpida ed incorruttibile dell’esistenza. 
In “Altrove” la comprensione si manifesta con la presenza dell’altro, mediante l’interazione con il diverso ed attraverso lo stupore che deriva dalla consapevolezza dell’altrui meraviglia.
Passo dopo passo il “dove”, nella sua fisicità, smarrisce le proprie virtù alimentando l’intento di un intenso riappropriarsi delle origini, concludendo l’esilio e dissolvendosi nel ritorno.

Chi sono gli Algo vuol dire qualcosa.

 
Marco Mencarelli: ex cantante e paroliere del gruppo indie rock “Moleskin” ha all’attivo un ep omonimo (autoprodotto – 2000) e due dischi – Moleskin (Stoutmusic/Audioglobe – 2003) e Penelope (Micropop/Jestrai – 2008).
Filippo Poderini: classe 1985, inizia a suonare a 13 anni la chitarra, ed è una gran bella cosa, perché la ama la chitarra. Studia heavy metal, pop rock, funky. Registra nel 2004 un disco punk con la band “Tick-e” (Banana records).
Si trasferisce a Bologna e si laurea in jazz al conservatorio cittadino nel 2011. Suona blues e viaggia tanto con la “No Money Band”, e tanta musica acustica di classe con Ljuba De Angelis in “Amarchor Duo”. Ne succedono tante, ma ad ora si dedica al progetto “iF L”, che lo rappresenta appieno, in quanto scrive testi, musica, lo arrangia e lo registra.
Share.

About Author

Comments are closed.

Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.