MIE on line

La musica è indipendente

Almamediterranea al PRIMOMAGGIO

Almamediterranea al PRIMOMAGGIO
Vota questo articolo

almametiterranea

 

”E’ andata benissimo, proprio quello che ci aspettavamo, siamo arrivati sul palco all’apice dell’energia dopo giorni di ansia“- dichiarano subito dopo l’esibizione – ”il concerto del primo maggio è una festa cui bisogna partecipare, anche se quest’anno siamo stati sul palco, sappiamo che è sempre importante vederlo anche dall’altra parte“.


Gli ALMAMEDITERRANEA è la band rivelazione della più importante manifestazione musicale della Capitale. Per la prima volta una band sarda riesce a salire sul palco del concerto del Primo maggio.

La performance è trascinante e l’arrivo sul palco con un caschetto rosso da minatore in testa mostra subito il forte impegno sociale dei brani, conquistando il pubblico di Piazza San Giovanni che durante sette minuti di esibizione non smette di ballare e saltare, e suscitando l’interesse di critica e stampa.

Quello degli Almamediterranea è un folk “meticcio”, come loro stessi amano definirlo, che ha origine da esperienze musicali diverse e proprio questa contaminazione tra rock, jazz, ritmi tribali e atmosfere balcaniche è la loro forza nei live. Tutto si fonde perfettamente con quella che è la magia delle sonorità sarde.

Il gruppo cagliaritano che esiste dal 2005, dopo aver vinto una serie di concorsi tra cui il Contest I-Tim Tour, a novembre 2012 è stato anche vincitore del premio Musica Vs Le Mafie 2012, organizzato dal Mei, il Meeting delle Etichette Indipendenti. Arriva al Concertone del Primo maggio come finalista nel contest 1’MFestival 2013.

Gli Almamediterranea si sono presentati alla manifestazione con due album alle spalle e collaborazioni importanti: Erriquez della Bandabardò, Luca Morino dei Mau Mau, i Modena City Ramblers, Roy Paci, Emergency, Libera, Mario Riso (Rezophonic e Rock TV).

 

Almamediterranea sono:

Roberto Usai Almo – Voce, Chitarra, Guitalele, Bouzouki

Pamela Strazzera Panky – Voce, Cajon, Djembe e piccole percussioni

Fabio Talani Bax – Basso e Contrabbasso

Sandro Sacchitella Mali – Batteria

Sixto Marquez Tamayo – congas, timbales, percussioni

Diego Milia Dieghitz – Banjo, Violino, Mandolino, Armoniche, Ukulele, Tromba

Santino Cardia Santo – Sax, Flauto traverso, Clarinetto, Chitarra,

Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.