MIE

Musica Italiana Emergente

Ad Albenga torna SU LA TESTA! alla sua tredicesima edizione.

Ad Albenga torna SU LA TESTA! alla sua tredicesima edizione.
Vota questo articolo

Torna Su la testa! Il festival, organizzato dall’Associazione Culturale ZOO, si svolgerà ad Albenga presso il Teatro Ambra nei giorni 29, 30 Novembre e 1 Dicembre.

Un festival che ha raggiunto la tredicesima edizione e che rappresenta meritoriamente un importante appuntamento per gli appassionati di musica.

Il festival concentra la sua attività nel centro storico di Albenga dove, nel pregiato Palazzo Scotto Niccolari, l’Associazione ZOO sposta provvisoriamente la propria sede per i tre giorni del Festival.

Un programma ricco, vario e gustoso come nella tradizione della manifestazione che spesso ha portato ad Albenga nomi di tutto rispetto come Enrico Ruggeri, Dolcenera o Antonella Ruggiero ma che altrettanto spesso ha contribuito a scoprire talenti come Zibba o Raphael Gualazzi che partecipò ad una storica edizione pochi mesi prima di sbancare al Festival di Sanremo.

Nomi importanti per la tredicesima edizione.

Quest’anno i nomi di richiamo non mancano a partire da Mirkoeilcane che conclude un 2018 pieno di soddisfazioni a cominciare dal Festival di Sanremo per finire, tra tanti riconoscimenti, alla Targa Tenco per la migliore canzone ma anche una pietra miliare della canzone d’autore italiana come Eugenio Finardi che concluderà il festival con i suoi grandi successi e in una particolarissima ed intima versione acustica darà lustro a un’edizione che si preannuncia davvero speciale.

Altri ospiti saranno Bobo Rondelli, strepitoso chansonnier toscano, che si esibirà in un interessante duo con Radoslav Lorkovic, pianista americano con una carriera di collaborazioni importantissima e infinita; Peppe Voltarelli, poliedrico cantautore di origine calabrese, anello di congiunzione tra la tradizione popolare italiana e quella degli immigrati italiani all’estero che abbraccia in infiniti tour tra Sud America, Stati Uniti, Canada, Germania e Belgio.

Sarà con noi anche  Malcolm Holcombe, outsider di tutto rispetto della canzone di Nashville, da dove ha iniziato come lavapiatti di un club per poi salire da protagonista sui palchi di tutti gli Stati Uniti.

La sua presenza ad Albenga √® importante anche pensando alle poche date che far√† in Italia nei club e nelle rassegna pi√Ļ prestigiose. Avremo anche¬†Matthew Lee¬†invece √® un pianista eccezionale dal talento straripante che sta girando tutto il mondo con le sue indiavolate performance che esprimono un rock sano e vivo anche nella reinterpretazione di classici italiani e internazionali.

All’appello saranno presenti anche delle scoperte di questo 2018: il cantante ed enologo toscano Giulio Wilson con il poliedrico uso delle parole insito nelle sue originali canzoni e Lisbona, cantante fresco vincitore del Premio Bindi.

La parte femminile del festival sarà ben rappresentata dai Viaggiatori, capitanata dalla voce caldissima di Roberta di Lorenzo e composta da Chiara Di Benedetto al violoncello,Fabrizio Barale alla chitarra e percussioni e da una pietra miliare della canzone d’autore come Guido Guglielminetti, da anni parte stabile della tour band di De Gregori; Erica Mou, giovane ma già affermata cantante originaria di Trani, che si è già aggiudicata al Festival di Sanremo il Premio della critica intitolato a Mia Martini nel 2012 e rappresenta un nome pronto a spiccare il volo.

Infine¬†Sabrina Napoleone, cantautrice alternativa, mai banale, che ha riscosso un interessante successo con l‚Äôalbum Modir Min che √® davvero un‚Äôancora di salvezza per chi non sopporta pi√Ļ lo stesso clich√© di canzoni.

La Liguria rappresentata al Festival.

La¬†musica del ponente ligure¬†√® fieramente rappresentata da¬†Ginez e il bulbo della Ventola, che sta riempiendo tutti i locali con il disco ‚ÄúCanzoni, bottiglie e altre battaglie”.

Altro artista locale sar√† il siciliano ma savonese di adoizione:¬†Sergio Pennavaria¬†che ha appena realizzato il disco ‚ÄúHo pi√Ļ di un amo nello stomaco‚ÄĚ; un‚Äôopera fieramente mediterranea e completamente nuova che segna un passo avanti di Sergio verso la piena maturit√† artistica.

Il cuore del festival batte per la musica ma come sempre sarà anche un’occasione di incontri, di dibattiti, installazioni, fotografia, mostre e altre iniziative che si svolgeranno presso Palazzo Scotto Niccolari nei pomeriggi prima di spostarsi all’Ambra.

I biglietti sono in vendita presso la Libreria San Michele di Albenga e su Eventbrite.

Tutte le informazioni si possono trovare sugli account social del festival: Facebook, Instagram @festivalsulatesta

Close
Aiutaci a diffondere la musica italiana emergente
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.